Francesco Facchinetti commosso racconta come Wilma ha salvato la vita ad Alessia Marcuzzi

Su instagram, Francesco Facchinetti racconta il dramma vissuto al ristorante: Alessia Marcuzzi ha rischiato davvero di morire
facchinetti marcuzzi

“Purtroppo non era uno scherzo” con queste parole, Francesco Facchinetti ha raccontato sui social, dopo il post di Alessia Marcuzzi, quello che è successo ieri. La conduttrice ha spiegato poche ore fa, che grazie a Wilma, la moglie del suo ex, la serata non si è trasformata in una tragedia. Tutto era iniziato nel migliore dei modi, con una cena in famiglia; oltre a Tommaso e Mia, c’erano anche Francesco Facchinetti e sua moglie, insieme a Paolo, marito di Alessia. Purtroppo la Marcuzzi ha ingerito un pezzetto di polpo che le stava causando un soffocamento, e solo grazie al pronto intervento di Lady Facchinetti, alla fine è riuscita a salvarsi e a tornare a respirare. “Mi hai salvato la vita” ha scritto in un lungo post sui social, con il quale ha deciso di raccontare questa storia e di ringraziare Wilma. E oggi anche Francesco Facchinetti, turbato da quanto accaduto, spiega come davvero, questa storia, sarebbe potuta finire in modo diverso se Wilma, non avesse fatto un miracolo, salvando la vita ad Alessia.

Il racconto di Alessia Marcuzzi sui social

Francesco Facchinetti spiega che cosa è successo alla Marcuzzi

L’imprenditore, sui social, spiega che insieme alla Marcuzzi e ad altri amici, stava trascorrendo una serata piacevole e spensierata, fino a quando tutto si è complicato. “Mentre mangiava il polipo ci ha detto che non riusciva più a respirare” ha raccontato Facchinetti, turbato per quello che è successo alla mamma di Mia in una serata che davvero, poteva finire in tragedia. “Poi non abbiamo capito più nulla, dopo pochi secondi ha iniziato a diventare tutta rossa, si è alzata, ha iniziato a barcollare” ha continuato così il suo racconto Facchinetti. E poi l’intervento risolutivo di Wilma, che ha subito fatto la manovra che serve in questi casi, per far espellere la cosa che ostruisce le vie respiratorie. Dopo pochi secondi, lei e Alessia erano abbracciate, felici e soprattutto senza più il pezzo di polpo in gola! “Io credo nel destino, Wilma era lì seduta proprio di fianco ad Alessia” ha continuato con gli occhi lucidi Facchinetti. “Era lì pronta, la persona che poteva salvarla era lì accanto a lei” ha spiegato commosso l’ex compagno della Marcuzzi. Poi l’invito di Facchinetti a tutti: quello di imparare la manovra di Heimlich che può davvero salvare la vita, come successo appunto ad Alessia Marcuzzi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.