Cultura Moderna sospeso: ascolti troppo bassi, programma cancellato

Il mese di dicembre è un mese di bilanci anche per chi segue con passione i vari palinsesti tv e vuole fare un quadro di quello che il piccolo schermo ha offerto nell’ultimo anno. E da Italia 1 arriva una ghiotta occasione per parlare di un programma che finirà sicuramente tra i flop tv del 2016. Cultura moderna infatti è stato sospeso: il programma condotto da Teo Mammuccari di Antonio Ricci è stato sospeso e non andrà più in onda a partire dal 6 gennaio 2017. Una decisione che non ci stupisce visto che nella nostra recensione dopo la prima puntata, avevamo sottolineato come il programma fosse davvero scarsi sia a livello di idee che di presentazione al pubblico, abituato a vedere ben altro in tv.

LA NOTA UFFICIALE DA PARTE DI MEDIASET CON LA CANCELLAZIONE DEL PROGRAMMA DI ANTONIO RICCI

Si conclude con la puntata del 6 gennaio 2016 la stagione invernale del nuovo preserale di Italia 1 “Cultura moderna”, in onda dal 28 novembre. Il programma riprenderà con la fase primaverile (semifinali e finali) prevista nella seconda parte della stagione.

Questa la nota ufficiale da parte di Mediaset che annuncia quindi la sospensione del programma che probabilmente va ancora in onda visto il periodo natalizio ( immaginiamo che se non ci fossero state le feste di mezzo, sarebbe stato sospeso anche prima). Un flop quindi la nuova versione di cultura moderna ma non solo per gli ascolti. Come abbiamo infatti detto e ribadito più volte, non è lo share a decretare il successo di un programma che può essere impeccabile, ma non piacere al pubblico. Nel caso di cultura moderna invece non c’era una sola cosa che potesse salvare il prodotto, davvero impresentabile per una rete, come Italia 1, che si presenta come la seconda rete Mediaset. Cosa vedrà adesso il pubblico dal 6 gennaio 2016? La speranza è quella che si torni a un doppio appuntamento di CSI che non delude mai le aspettative, anche se alla milionesima replica su Italia1. 

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.