Elena Santarelli risponde agli odiatori: “Non sono depressa ma stanca e devastata” (Foto)

Elena Santarelli risponde agli odiatori

Elena Santarelli (foto) ta promuovendo nei vari programmi tv il libro Una mamma lo sa, deve farlo, vuole farlo perché tutto il ricavato della vendita sarà interamente devoluto al progetto Heal e alla ricerca neuro oncologica pediatrica. Oggi è stata anche ospite di Eleonora Daniele a Storie Italiane, per raccontare ancora altro ma anche per inviare un messaggio agli odiatori che le riservono cattiverie assurde. Sul web i soliti leoni da tastiera le scrivono di smetterla di andare in giro in tv, che prima o poi il male tornerà nella sua famiglia. Parole agghiaccianti di chi le urla che è depressa. “Non mi sento depressa anche se non ci sarebbe nulla di male ma sento di essere stanca e devastata da un percorso che ho trattenuto troppo dentro, per questo quando guardo queste immagini mi viene da piangere” ha risposto agli haters la splendida Elena Santarelli, come sempre senza alzare il tono della voce, con calma, ma sempre più sicura.

ELENA SANTARELLI DOPO TANTA SOFFERENZA ADESSO PUO’ DIRE LA VERITA’ E ZITTIRE TUTTI

Ha smesso di dovere essere forte a tutti i costi, Elena è comprensibilmente “devastata” dal peso che lei e la sua famiglia hanno dovuto sostenere per la malattia di suo figlio Giacomo. Adesso ha bisogno di riprendersi e lo sta facendo con un nuovo percorso, facendosi aiutare da una psicologa e una nuova tecnica per elaborare ciò che ha vissuto.

ELENA SANTARELLI A STORIE ITALIANE DELLA MALATTIA DI JACK NON VUOLE DIMENTICARE NULLA

Andrebbero però punite le persone che sul web insultano e vomitano ogni tipo di cattiveria. Per la Santarelli la soluzione è semplice, basta aggiungere la carta identità quando ci si iscrive sui social. Per Elena Daniele non ci sono giustificazioni, chi augura il male agli altri, ai bambini, dovrebbe non solo sparire dal web ma dalla faccia della Terra.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.