Milly Carlucci svela due personaggi de Il Cantante Mascherato: errore o depistaggio? (Foto)

E’ entusiasta Milly Carlucci del suo Cantante Mascherato, il programma che abbiamo seguito venerdì scorso con una prima puntata piaciuta a gran parte del pubblico (foto). Da quel momento si parla delle maschere, dei cantanti o altre celebrità che si nascondono dietro il leone, l’angelo, il mastino napoletano, il coniglio, il mostro, il pavone. Abbiamo già scoperto che l’unicorno era Orietta Berti, davvero semplice giungere alla soluzione e sembra che un po’ tutti con i vari indizi e già dalla prima puntata sappiano anche altro. Dietro la maschera del leone ci sarebbe Al Bano, dietro la maschera dell’angelo ci sarebbe Valerio Scanu. Davvero troppo facile se fosse davvero così e infatti in questi giorni da Raimondo Todaro alla giuria tutti hanno cercato di depistare e di lasciare immaginare che forse Al Bano non è così alto quanto il leone e che l’angelo non è Valerio Scanu. Milly Carlucci ospite oggi di Eleonora Daniele a Storie Italiane invece ha usato un’altra tattica.

CHI SI NASCONDE DIETRO L’ANGELO E IL LOENE DEL CANTANTE MASCHERATO?

Tutti si chiedono chi è il leone, ha commentato la Daniele. C’è chi dice che sia Al Bano, chi Pappalardo e chi un bravo imitatore come Max Giusti. Milly Carlucci ha raccontato: “Il barista della Dear mi ha detto che la moglie dice che è Al Bano perché la canzone Perdere l’amore di Massimo Ranieri era stata proposta prima a lui che però ha rifiutato”. Ha anche aggiunto che un’altra persona le ha confidato che l’angelo è Valerio Scanu perché cammina come lui. Possibile che la Carlucci abbia già svelato tutto?

Magari si tratta di depistaggi o forse davvero il leone non è Carrisi. “Il lavoro più difficile è proprio quello che i personaggi tutti famosi riescano a nascondere la propria timbrica, cosa complicatissima”. Cosa ha voluto dirci oggi Milly? Non ci resta che riflettere e attendere la puntata di domani sera su Rai 1 in prime time.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.