Capece della polizia penitenziaria contro Barbara d’Urso: “Lei ci deve delle scuse”

barbara d'urso

Nella puntata di Pomeriggio 5 andata in onda ieri, giovedì 12 marzo 2020, la conduttrice Barbara d’Urso ha aggiornato i suoi telespettatori sulla questione delle tensioni nelle carceri. La d’Urso si è anche collegata con Capece, il segretario generale della polizia penitenziaria, e ha dimostrato la sua vicinanza alla stessa categoria. “Vedo che lei conosce poco il corpo di polizia penitenziaria. Noi siamo degli eroi sconosciuti, eroi sconosciuti, eroi che permettiamo ai cittadini di vivere in serenità. Quando lei manda un messaggio dicendo che tutti i rivoltosi e tutti i detenuti sono nel suo cuore io mi domando, umile servitore dello Stato, quale ruolo ho nel suo cuore o nella sua trasmissione?ha chiesto Capece alla conduttrice Mediaset.

Pomeriggio 5, Capece contro Barbara d’Urso: la conduttrice si difende dalle accuse

“Lei ci deve delle scuse, delle scuse a tutte la polizia penitenziaria e mai più dovrà dire ‘guardie carcerarie’. Sono poliziotti, uomini e donne, dediti a sacrificio che hanno fatto della loro vita una mission. Ecco perché, Signora Barbara, lei ci deve delle scuse pubbliche. Deve restituire la dignità a questi servitori dello stato, la dignità che lei ha toltoha attaccato Capece. “Dottor Capece, io credo che lei abbia imparato prima a memoria questo discorso perché io le avevo appena fatte le scuse. Se vuole le faccio di nuovo” ha risposto Barbara d’Urso. Per Capece, la conduttrice di Pomeriggio 5 avrebbe denigrato la polizia penitenziaria chiamandola guardia carceraria da sempre. Io chiedo umilmente scusa della mia grandissima ignoranza e di aver, per errore, guardie carcerarie invece di polizia penitenziaria le persone che è da dodici anni che dico in televisione che sono nel mio cuore. Conosco bene i sacrifici. Lei si permette di dire a me che non so niente della polizia penitenziaria… Fa un piccolo errore ha risposto la d’Urso a Capece.

Barbara d’Urso attaccata ‘a casa sua’, Capece la accusa ma lei risponde: “E’ venuto per fare polemica”

“Lei è venuto qui per fare polemica con me” ha poi attaccato la conduttrice di Pomeriggio 5. “Io l’ho chiamata facendo prima le scuse. Io non voglio fare polemica con nessuno” ha continuato a dire Barbara d’Urso al Segretario generale della polizia penitenziaria. La conduttrice di Mediaset ha chiesto nuovamente scusa agli uomini e alle donne della polizia penitenziaria: “Lo sanno che da dodici anni mando a loro il mio amore, da sempre. Mi dispiace di non averlo fatto l’altro giorno. E’ stata una mia omissione, è un periodo un po’ particolare della nostra vita… Sono sicura che non mi capirà ma a questo punto non mi interessa neanche ha detto ancora Barbara d’Urso in collegamento tv con Capece per rinnovare poi, ancora una volta, le sue scuse. “Continuate ad essere nel mio cuore. Io sono fiera di entrare nelle carceri sia per la polizia penitenziaria e anche per chi sta scontando giustamente una pena ha poi chiuso la conduttrice di Pomeriggio 5.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.