La clinica del pus su Real Time: i brufoli ancora alla conquista del pubblico italiano

Ma piace così tanto agli italiani e in generale ai telespettatori vedere dei dottori mentre schiacciano brufoli, cisti, lipomi? Sembrerebbe proprio di si visto che dopo il grande successo della dottoressa Schiacciabrufoli su Real Time è arrivata anche La clinica del pus ( e prima ancora avevamo conosciuto un’altra bravissima dottoressa con base a Londra sempre pronta a schiacciare brufoli). Insomma una Real Time a tutta brufoli, potremmo dire. I medici che operano nella clinica del pus, tra l’altro, senza troppi peli sulla lingua, in una clip in cui parlano della passione per il loro lavoro, hanno persino espresso tutta l’eccitazione che provano schiacciando qualcosa! E a quanto pare questa eccitazione la trasmettono al pubblico, visti gli ascolti che la dottoressa Lee ha incassato negli ultimi due anni! Ieri in prima visione, dopo una nuova puntata di Vite al limite, è andata in onda la prima puntata de La clinica del pus. Non sappiamo ancora quale sia stato il risultato in termini di share ma in termini di spettacolo, sempre lo stesso. Pus da tutte le parti. Dalle bacinelle al soffitto dello studio:spruzza e vola come se non ci fosse un domani!

LA CLINICA DEL PUS SBARCA SU REAL TIME

Una delle differenze tra la dottoressa Schiacciabrufoli e questa clinica del pus sta proprio anche nei trattamento che si va. La dottoressa Lee sta sempre attenta a non sporcare, ha una precisione maniacale, usa sempre la visiera e la mascherina. Nella clinica del pus invece lo spettacolo è assicurato visto che i medici hanno dei metodi più televisivi, potremmo dire! Del resto il titolo della versione originale è People likes pus....Se ci piace così tanto…Perchè non mostrarlo in tutta la sua bellezza e in tutta la sua puzza che a quanto pare è davvero vomitevole!

I protagonisti di questo nuovo format sono le dottoresse Natalia Spierings ed Emma McMullen ed i dottori Dev Shah Adil Sheraz. Tra le cose più bizzarre viste nella prima puntata c’è l’accoglienza dei pazienti. A dare loro il benvenuto non un semplice segretario ma un simpaticissimo baldo giovane con tanto di divisa che papillon.

Discovery del resto, ha da sempre puntato su quello che nessun altro aveva il coraggio di mostrare. I più “anziani” televisivamente parlando, ricorderanno anche Malattie bizzarre o Malattie Imbarazzanti, che mostravano spesso anche casi simili. Nel corso degli anni si è cercato poi di creare dei format singoli, sono arrivate quindi la dottoressa Lee dalla California con furore ma anche i protagonisti di Piedi al limite…Insomma Real Time punta su quello che sa che il pubblico ama a visti i risultati in termini di share, fa anche bene.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.