Pierlugi Diaco a Io e Te con un forte mal di testa, stringe i denti e va avanti

Una brutta nottata per Pierluigi Diaco, come ha confidato al pubblico di Io e Te. Un brutto mal di testa che non l’ha fatto dormire, un dolore che conosce bene e che nemmeno i farmaci alleviano. Ha portato avanti tutta la puntata sperando che non arrivasse il dolore acuto che chi soffre di emicrania conosce bene. Solo lo sguardo un po’ spento ha tradito tutto ma la professionalità è rimasta la stessa, pur facendo qualche errorino, comprensibile, durante l’intervista a Claudio Lippi. Diaco è un perfezionista, ci penserà tutto il giorno alla risposta che non ha fatto completare al suo ospite ma dovrà perdonarsi in fretta perché non tutti sono capaci di andare in onda soffrendo ma senza lasciarlo vedere agli altri. La tv vera è anche questo perché non si pensa mai che chi è in onda possa stare male, in diretta devi nascondere tutto e andare avanti, sorridere e fare finta di niente.

PIERLUIGI DIACO IL SUO MAL DI TESTA LO CONOSCONO IN MOLTI

Soffre di emicrania a grappolo, racconta che è la stessa di cui soffriva Andreotti ma in realtà è il mal di testa che molti conoscono. “Si prendono i farmaci e se non si prendono in tempo il mal di testa persiste e adesso persiste” ha confidato con gli occhi di chi non ha dormito. “Sono sotto Toradol” ha aggiunto ma senza volere essere un eroe perché il suo “è il mestiere più bello del mondo”.

“Come si fa a lasciare solo il pubblico. Se passa bene e se non passa mando la pubblicità”. Spiega che è una patologia che raramente si cura, soffre da tempo di questo tipo di mal di testa e Diaco sa bene che molti a casa capiranno. 

“Non si vede nemmeno, hai solo l’occhio un po’ più spento rispetto agli altri giorni” commenta Lippi capendo il collega. La puntata prosegue senza la necessità di mandare in onda la pubblicità. Niente di grave, solo vita reale e normale che è giusto far notare e chi è a casa e pensa che in tv siano tutti dei supereroi.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.