Io e Te: Fiordaliso lascia lo studio in lacrime, anche Katia Ricciarelli ricorda sua madre (Foto)


Fiordaliso a Io e Te oggi ha raccontato della morte di sua madre per poi dedicarle una canzone ma sulle ultime note non ha retto l’emozione lasciando subito in lacrime lo studio (foto). Emozionato anche Pierluigi Diaco che ringrazia Marina Fiordaliso già dietro le quinte. “Sono diventata adulta il 19 marzo, fino a quel momento sono stata bambina e questa cosa mi ha piegato in due, mi sono spezzata in due” ha spiegato a inizio intervista. Non riesce a essere forte, è un dolore che ha dentro ancora troppo forte, non ne fa nessun mistero. E’ il modo in cui sua madre è morta, da sola in ospedale, che la tormenta. Anche Fiordaliso si è ammalata a causa del coronavirus ma ha avuto solo una forte influenza, per fortuna per lei non è stato necessario nessun ricovero in ospedale. Tira fuori il suo dolore raccontando quei momenti ma quando poi si alza per cantare mostra il suo crollo.

KATIA RICCIARELLI A IO E TE RICORDA LA MORTE DI SUA MADRE

Il dolore vissuto da Fiordaliso appartiene purtroppo a molte persone, a tutti quelli che negli ultimi mesi durante l’emergenza sanitaria non hanno potuto tenere la mano ai propri cari. Katia Ricciarelli prova immaginare quel dolore e racconta che la sua mamma è morta a 91 anni e quella sera stava cantando. “Ho interrotto il concerto a Mantova e mi sono scusata con il pubblico e sono partita. Sono arrivata appena in tempo per vederla morire. Non so cosa avrei fatto se fosse successo che… non voglio pensarci”.

La Ricciarelli comprende bene il dolore di Fiordaliso che poco dopo si alza in piedi per cantare il brano dedicato a sua madre, poi le lacrime e il grazie di Diaco. 

Ultime Notizie Flash su Instagram

Leggi altri articoli di Programmi TV

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close