Vittorio Grigolo a Io e Te, occhi lucidi per tutti quando parla del dolore di ieri e di oggi

Vittorio Grigolo, un ospite annunciato già ieri a Io e Te, un’intervista che ha visto due conduttori: Pierluigi Diaco e katia Ricciarelli. Orgoglioso Diaco di accogliere il tenore nel suo studio ha toccato tutte le tappe della sua vita. Emozioni per tutti quando Grigolo ha raccontato dei suoi sacrifici, dell’adolescenza non vissuta, dello studio e il rigore, del dolore vissuto all’Arena di Verona deserta durante il lockdown. Vittorio Grigolo è un artista che incanta e non solo per la sua voce ma anche per il suo sorriso, per come affronta ogni argomento, per la sensibilità che aggiunge a ogni frase, per come osserva tutto. Diaco ne è affascinato, Katia Ricciarelli lo adora da sempre, il pubblico non può che apprezzare. Ha frequentato il collegio del Vaticano e a 17 anni ha lasciato tutto e tutti, ha iniziato a viaggiare, era pronto a dire addio alla sua adolescenza, era pronto a esibirsi ovunque e con i grandi non solo della lirica. 

VITTORIO GRIGOLO RICORDA FABRIZIO FRIZZI

Da ragazzino aveva orari diversi, una quotidianità diversa rispetto a tutti gli altri, si è sentito solo ma non rimpiange nulla. Emoziona quando ricorda Lucio Dalla e Fabrizio Frizzi. Il cantautore lo volle per un duetto. Vittorio aveva solo 18 anni, in quell’occasione c’era anche Fabrizio Frizzi. Ha un ricordo per tutti il tenore che sta per diventare papà.

Ricorda poi la sua interpretazione del Nessun dorma nell’Arena di Verona. Era deserta, era piena di dolore, eravamo ancora in lockdown. “Appena ho messo piede nell’Arena ho sentito un richiamo, la storia, l’impegno, il sudore e la fatica e tutta la vita. Era vuota ed è stato lacerante, una sofferenza e una malinconia che si sono trasformate poi in energia”. Impossible non emozionarsi vedendo quei momenti, ascoltando quelle note in uno spazio immenso mentre tutti erano in casa e molti ancora ne pagano le conseguenze.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.