Il marito di Samanta Togni rifiuta di operare tante sue pazienti (Foto)

Casca male Mario Russo, il marito di Samanta Togni che ospite oggi a Io e Te ha trovato sia Diaco che Katia Ricciarelli contrari alla chirurgia estetica e plastica (foto). Mario Russo è chirurgo plastico, la sua specializzazione è anche quella di chirurgo ricostruttivo ma ammette che negli ultimi anni si occupa prevalentemente di estetica e plastica. “Amo molto le donne che invecchiano naturalmente” ha subito tuonato Pierluigi Diaco ma anche Katia Ricciarelli non è molto d’accordo sui tanti ritocchi che vede in giro. La cantante lirica parla delle donne del mondo dello spettacolo, non fa nomi ma ammette che spesso le capita di incontrare qualcuna e non riconoscerla, perché secondo lei almeno il 90% di chi si ritocca non sta benissimo. E’ quasi del tutto d’accordo il chirurgo che infatti confida di non operare tutte le donne che glielo chiedono.

MARIO RUSSO: “SU 10 PAZIENTI 5 NON LI TRATTO”

Il marito della Togni ammette che a molte delle donne e degli uomini che si recano da lui per un intervento dice di no ma allo stesso tempo ricorda che i piccoli ritocchi sono un po’ come la tinta per coprire i capelli bianchi. Non è per gli eccessi, non si deve esagerare, lui infatti cerca sempre di consigliare nel modo giusto, di trovare la soluzione migliore e anche di rifiutare l’intervento.

E’ la sua professione, sa bene che la presenza fisica è importante, che apparire bene soprattutto ai primi incontri è per molti fondamentale ma è assurdo pensare di avere una personalità diversa o migliore, più importante, solo grazie all’estetica.

Alla fine anche Katia Ricciarelli confessa che un pensierino per intervenire sugli occhi l’ha fatto più volte ma ha paura di uscirne con un occhio diverso dall’altro e solo per questo si frena. Quindi la chirurgia estetica tenta tutti. Si farà operare dal dottor Russo?

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.