Samuel Peron finalmente negativo ma non può ancora uscire di casa (Foto)

E’ finalmente arrivato il primo tampone negativo per Samuel Peron che a Storie Italiane ha trattenuto la gioia perché non è ancora finita (foto). Samuel Peron in collegamento da casa con lo studio di Storie Italiane racconta il perché si trattiene dall’esultare: anche l’altra volta era risultato negativo al coronavirus ma il secondo tampone non aveva confermato la guarigione. E’ da tante le settimane che il ballerino è chiuso in casa, non ha ancora potuto mettere piede nello studio di Ballando con le Stelle, il suo lavoro è fermo e sta diventando un problema. Lunedì scorso ha fatto il primo tampone, oggi pomeriggio deve sottoporsi al secondo per poi scoprire se è davvero negativo o deve proseguire la quarantena.

SAMUEL PERON PREOCCUPATO PER IL SECONDO TAMPONE

“Questa cosa è normale perché tantissimi riscontrano prima un tampone negativo e poi di nuovo positivo” ha commentato Peron che ha poi ascoltato le precisazioni di un medico in collegamento: “E’ corretto che vengano eseguiti due tamponi perché un solo negativo non dà la certezza della guarigione. Può esserci stato anche un problema tecnico, ma è ovvio che per il bene di tutti è meglio che ci sia un falso negativo piuttosto che un falso positivo” quindi il motivo di due tamponi con esito diverso potrebbe essere anche in un non corretto prelievo: “Se non si spazzola correttamente all’interno delle cavità nasali può darsi che non si trovi nulla”. 

Sembra che per Peron questo pericolo non ci sia, hanno raschiato bene, il dolore l’ha sentito tutto fino alle lacrime. “Purtroppo di questo virus si conosce tanto ma non tutto” è la precisazione del medico.

Samuel Peron spera di tornare presto a lavorare e magari anche a Ballando con le Stelle e intanto lotta per portare all’attenzione il problema dei lavoratori autonomi che non sono tutelati come gli altri. 

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.