Ares Gate, Alberto Tarallo smentisce Adua e Massimiliano punto per punto

In una lunga intervista su La7, nella puntata di Non è l’Arena in onda il 4 ottobre 2020, Alberto Tarallo, colui che dovrebbe essere, a detta di Massimiliano Morra e Adua del Vesco il famoso lucifero, ha smontato punto per punto tutte le accuse che i due attori hanno fatto dalla casa del Grande Fratello VIP. In questi giorni ci avevano già pensato anche altri attori che hanno lavorato per la Ares a far capire che il mondo dai tratti “satanici” che avevano descritto Massimiliano e Adua non esisteva e che i due erano solo ingrati rispetto a quello che Teodosio Losito e Tarallo avevano fatto. Resta in ogni caso, la parola dei due, contro quella di tutti gli altri, e ognuno è libero di scegliere da che parte stare e a chi credere.

Tarallo però ha voluto mettere i puntini sulle i e dal suo punto di vista ha smentito ogni accusa lanciata da Massimiliano Morra e Adua del Vesco che d’altro canto, sembrano perdere ogni giorno credibilità, almeno per quello che riguarda il racconto della loro storia d’amore. E’ stata la stessa Adua a far capire che non ha avuto nessuna relazione con Massimiliano ( e tra l’altro si è detta pronta a vuotare il sacco nella puntata del Grande Fratello Vip di questa sera). Per cui è sempre più lampante che i due in casa abbiano mentito in diverse occasioni, almeno sulla loro relazione.

Ma torniamo alle parole di Tarallo.

ARES GATE: COSA SUCCEDEVA A ZAGAROLO, IL LUOGO DOVE SI VIVEVA IN UNA GABBIA DORATA?

Tarallo ha cercato di far capire a tutti quello che succedeva. I ragazzi, giovani attori che dal punto di vista della recitazione apparivano più deboli, avevano degli insegnanti a disposizione e per questo vivevano nella villa ma ognuno di loro aveva un appartamento separato. Massimiliano e Adua non hanno mai vissuto insieme.

La famiglia di Adua era in perenne contatto con Teodosio Losito. La sorella e la madre di Adua quando volevano salire a Roma dalla Sicilia, potevano essere ospitate in una casa di Tarallo a Roma.

Adua aveva detto di essere fidanzata con un ragazzo siciliano dal quale voleva però allontanarsi in quanto violento. Non ha mai detto di essere innamorata di Massimiliano. La storia è nata a tavolino, pensata da Mayer, Tarallo e Lucherini per una copertina di DiPiù.

In merito a Massimiliano Morra spiega che è stato Adua a chiedere a Teodosio Losito di allontanarlo ed è anche per questo che non si capacita di quello che sta accadendo nella casa. Tarallo non spiega i motivi ma fa capire che tra Adua e Massimiliano successo qualcosa di molto grave. In casa i due ragazzi ne avevano parlato ed era sembrato evidente che ci fosse un furto di mezzo, un orologio? Ma le mille contraddizioni sono sotto gli occhi di tutti. Massimiliano Morra parlava con Adua e diceva di essersene andato da quell’ambiente mentre Adua sa bene che è stato cacciato ma non lo ha mai detto…

Tarallo è convinto che i due siano stati messi nella casa del Grande Fratello VIp con un solo scopo: quello di colpire lui, di affondarlo. Ma queste persone che avrebbero architettato tutto per qualche punto di share ( e dice che non si tratta del conduttore del reality o di Mediaset), non otterranno il loro scopo. Tarallo a oggi prova solo “schifo” per i due attori che hanno vomitato di tutto in questi giorni.

Ma c’è una cosa più di tutte che non perdonerà mai a entrambi: il fatto di aver parlato di istigazione al suicidio. Questo proprio, non può farlo. Ed è per questo motivo che ha deciso di leggere la lettera di addio di Teodosio, il suo compagno, per far capire a tutti i veri motivi per i quali l’uomo si è tolto la vita.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.