Sandra Milo lavora per mantenere i figli ma a Storie Italiane pensano sia un errore (Foto)

Due dei tre figli di Sandra Milo non lavorano, Azzurra e Ciro hanno bisogno, hanno perso il lavoro e a Storie Italiane l’attrice ripete che lavora per loro perché hanno bisogno, perché si fa così in una famiglia. “Io mi rivolgo a tutti quanti, anche ai ragazzi che si sentono mortificati di essere mantenuti da persone anziane come me, non è così state tranquilli siamo una famiglia è normale, non è importante chi aiuta se la mamma o il figlio”. Le parole di Sandra Milo spiazzano, i suoi figli hanno più di 50 anni ma lei non vuole sentire critiche, le facciano su di lei ma non tocchino i suoi figli. Si commuove, pensa a Ciro che è il migliore dei papà anche se lui non l’ha mai avuto. E’ forse anche questa assenza che ha portato la Milo a dare sempre tanto, magari troppo, ai suoi figli. 

PUO’ ESSERE UN ERRORE MANTENERE I FIGLI ADULTI?

Ovviamente ogni caso è diverso ma a Storie Italiane tutti sembrano consigliare a Sandra Milo di godersi un po’ il meritato riposo e sentire addosso meno responsabilità. Anche Eleonora Daniele farebbe ovviamente di tutto per sua figlia ma esclama che la sua Carlotta a 18 anni dovrà andare a lavorare.

Azzurra sta scrivendo una sceneggiatura, è bravissima nel suo lavoro e quando non ha entrate è la sua mamma che lavora. Davvero una vita dedicata ai figli per la Milo.

“Non hai obbligo né dovere di lavorare per mantenerli, a volte i genitori possono aiutare in maniera più determinante i figli nel momento in cui decidono di non aiutarli più”. Sarà arrivato il messaggio alla Milo? Sembra di no, per lei è questa la soluzione. 

In studio c’è anche Nadia Rinaldi, orgogliosa di avere sempre fatto tanto per i suoi due figli ma in questo periodo di difficoltà per tutti il primogenito le ha dato una mano. Una situazione ben diversa, grande orgoglio anche se con un pizzico di imbarazzo per la Rinaldi.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.