Anna Moroni è tornata in tv ma pronta a bacchettare Annabruna in cucina (Foto)

Che fine ha fatto la dolce Anna Moroni che nella scorsa edizione di Ricette all’italiana era così amorevole con Annabruna Di Iorio (foto)? Le avevamo lasciate a distanza l’una dall’altra, ognuna nella propria cucina di Ricette all’italiane, collegate attraverso uno schermo. Nella prima puntata di questa nuova edizione su Rete 4 sono ancora a distanza ma nella stessa cucina. La prima settimana tocca ad Annabruna, nella prossima vedremo Annalisa Mandolini e per lei saranno dolori perché in cucina non se la cava benissimo. Annabruna cerca invece di seguire con attenzione i suggerimenti della maestra in cucina ma Anna Moroni non sente ragioni, rimprovera di continuo la sua allieva che confessa di sudare. Fiato sul collo e urla di Annina contro la bellissima Annabruna che ha invece paura di sbagliare.

RIGATONI ALLA CARBONARA – LA PRIMA LEZIONE DI CUCINA DI ANNA MORONI

Anna Moroni segue un copione o è davvero così agitata? La pancetta tagliata troppo larga, il formaggio versato poco alla volta, la pasta che diventa fredda, l’acqua di cottura, le uova, la cremina non riesce, la Moroni non è soddisfatta. Tutta colpa della distanza, in questo modo Anna non riesce a vedere bene cosa c’è nella pentola. Povera Annabruna, Anna pretende che lei segua tutto all’istante ma senza conoscere il passaggio successivo e con le sue urla. Nessun voto per la sua allieva ma alla fine con l’assaggio il risultato della carbonara è sufficiente.

Avverte che domani ci sarà un piatto davvero difficile da preparare: il petto alla fornara con i broccoletti. Il piatto di oggi passa a Davide Mengacci, lo mangerà lui ma Anna Moroni avvisa il conduttore di non dare alla Di Iorio più della sufficienza. “Davide mi vuole bene” conclude Annabruna dispiaciuta. Verità o finzione? Sarà come sempre il pubblico a scegliere.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.