Gabriele Cirilli: “Gigi Proietti era il mio secondo papà, mi ha dato tutto”

Gabriele Cirilli in collegamento con Oggi è un altro giorno si schiarisce la voce emozionato nel giorno della morte di Gigi Proietti ma lui non desidera commemorare l’uomo che per lui era un secondo padre, vuole festeggiare il suo compleanno. Prova a sorridere e lo fa spesso mentre racconta le tante cose che li legano. Cirilli deve tuto a Proietti, come tanti altri. E’ stato un sui allievo e non ha mai smesso di sentirsi suo allievo. E’ a lui che deve la sua vita, il sogno realizzato, quello in cui il suo papà credeva poco, ma era normale. Gabriele Cirilli racconta che una volta portò suo padre a vedere Gigi Proietti a teatro, in scena con I sette re di Roma, lui era già un suo allievo: “Andammo in camerino dopo lo spettacolo, Gigi era strepitoso. Mio padre non stava bene, sarebbe morto dopo pochi mesi. Proietti è come se avesse capito e gli disse di lasciarmi volare perché ce l’avrei fatta. Lì mio padre si è sgonfiato, con questa rassicurazione che avrei fatto qualcosa di buono nella vita“.

GABRIELE CIRILLI: “GIGI PROIETTI ERA LA PERSONA PIU’ INSICURA DEL MONDO”

Con i racconti delle persone che gli erano vicine si scopre ciò che non vedevamo di Proietti. Cirilli nel raccontare la sua grandezza spiega che era molto insicuro perché non si sentiva un grande, non si sentiva arrivato, non era snob e ogni sera prima di andare in scena gli chiedeva come stavano messi, se erano riusciti a riempire la quinta fila. Ovviamente in platea era tutto esaurito ma lui voleva sentirselo dire.

Gli ha realizzato un sogno, gli ha dato tutto e Gabriele confessa che ogni volta pensa a come farebbe Proietti, cosa direbbe, cosa penserebbe al suo posto.

Gli ha insegnato tutto, anche di mettersi dietro il sipario prima di andare in scena e ascoltare il chiacchiericcio del pubblico: “Perché così tu sai esattamente chi hai davanti quando si apre il sipario”. Non dimenticherà mai le sue parole: “Tu devi avere più fiducia col fatto che sei bravo”. 

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.