Barbara d’Urso in lacrime ricorda Stefano d’Orazio da Domenica Live

Non è riuscita a trattenere le lacrime Barbara d’urso, e come avrebbe potuto farlo di fronte alla perdita di una persona cara, di un caro amico. L’addio a Stefano d’Orazio non è semplice, anche per lei che lo ha avuto nella sua vita per anni, che è stata una persona speciale anche per Tiziana, così speciale da essere la testimone delle nozze, tre anni fa. E dalla puntata di Domenica Live in onda oggi, 8 novembre 2020, arriva il doveroso omaggio della conduttrice al batterista dei Pooh. Destino ha voluto, tra l’altro, che Riccardo Fogli fosse uno degli ospiti di questa puntata di Domenica Live. Avremmo dovuto vederlo in compagnia della sua famiglia, come la conduttrice aveva annunciato nelle anticipazioni di Domenica live venerdì ma, visto il tono di questo appuntamento, il cantante della band è stato da solo al fianco di Barbara, per ricordare il grandissimo amico e fratello.

BARBARA D’URSO NON TRATTIENE LE LACRIME A DOMENICA LIVE

La conduttrice, ricorda con queste parole Stefano, suo caro amico:

Giovedì sera ha iniziato ad avere la febbre alta e Titti ha chiamato l’ambulanza ed è stato portato in ospedale. Per una settimana – in questo momento maledetto negli ospedali non si può entrare – Stefano è stato da solo. Venerdì sera Tiziana ci aveva dato una speranza, sembrava che Stefano stesse un po’ meglio, ma poi non ce l’ha fatta. Come tutte le persone che in questo periodo perdono la vita…Titti mi ha detto ‘se ne è andato senza potermi fare una carezza’.

Il dolore più grande per chi ha detto addio a Stefano, ma anche per tutti coloro i quali vivono questo maledetto incubo durante questa pandemia, è legato anche a questo aspetto. Quello di un ultimo bacio, di un ultimo addio, di una carezza che non può arrivare.

La conduttrice prima di iniziare la puntata aveva detto che avrebbe comunque cercato di portare l’allegria nella casa degli italiani nonostante per lei sarebbe stata una giornata difficile.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.