Cristiana Sinagra difende Maradona dalle dichiarazioni di chi non ha rispetto (Foto)

In collegamento telefonico per Pomeriggio Cinque Cristiana Sinagra, la mamma di Diego jr difende Maradona, nonostante il dolore è lucida, lo deve al padre di suo figlio (Foto). Non trattiene le lacrime Cristiana, lei che per anni ha cresciuto suo figlio da sola sapeva in cuor suo che Maradona non aveva colpe, che le sue scelte non dipendevano tutte da lui. E’ arrabbiata perché poco prima è andata in onda su un’altra rete una sua telefonata registrata senza autorizzazione. Ha il cuore a pezzi la Sinagra: “Non ho parole per descrivere il dolore che ho dentro per Diego e per mio figlio”. Ha tanti ricordi belli da custodire e non li farà portare via da chi in queste ore racconta di Maradona senza averlo mai incontrato. Il suo riferimento è chiaro, parla di Mughini e di Cruciani, le sue parole sono dure perché quello che ha sentito le ha fatto male, lo trova ingiusto.

CRISTIANA SINAGRA: “DIEGO CHIEDEVA SCUSA TUTTI I GIORNI A SUO FIGLIO”

“Io mi rendo conto che siamo in un paese democratico dove vale la libertà di pensiero ma deve essere accompagnata dal rispetto per il dolore e in questo paese mi pare che non c’è più. Io Diego l’ho vissuto, non lo conoscono loro il padre di mio figlio, non conoscono la sua fragilità, il suo cuore grande, non possono parlare. Io lo difenderò fino alla morte per lui e per mio figlio”.

Cristiana fino a sette anni fa non difendeva l’uomo da cui aveva avuto un figlio ma ha poi avuto la conferma che non fosse colpa sua ma di altre persone.

“Non c’era giorno che non chiedesse perdono a mio figlio, ha vissuto con un dolore tremendo nel cuore e nessuno può permettersi di parlare di Diego. Nessuno l’ha visto piangere e abbracciato. Solo chi l’ha vissuto e amato può saperlo”.

Dopo l’operazione Maradona aveva chiesto subito di suo figlio, avrebbe voluto che andasse da lui ma non era possibile. Diego jr era risultato positivo al covid, purtroppo questo maledetto virus ha impedito anche il loro ultimo abbraccio.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.