Francesco Sarcina: “Ho visto il burrone a un millimetro” (Foto)

A 13 anni le prime canne, Francesco Sarcina a Oggi è un altro giorno si racconta, anticipa ciò che possiamo leggere nel suo libro, ha voglia di dire la verità anche se in parte si è già pentito (foto). Era un ragazzino sempre solare e molto vivo ma le compagnie e lo stare spesso dai nonni che abitavano anche loro in un’altra zona popolare, questo per Francesco Sarcina è stato il primo passo verso gli errori. Le prime esperienze continuate in un uso più costante di sostanze stupefacenti, non racconta niente di nuovo ma poi scende nei dettagli. “A 14 anni già suonavo” e ha conosciuto anche altro, droghe pesanti che arrivavano da famiglie più benestanti, perché l’eroina costa. Non era uno studente modello e ha pensato anche di lavorare. Vorrebbe raccontare tutto, è emozionato Sarcina mentre parla del suo passato. Un racconto che arriva all’amore per una ragazza: “Ho visto il burrone a un millimetro” ma non se ne accorgeva, altrimenti si sarebbe tirato indietro. Aveva 19 anni, non erano abbastanza per essere forte e poi le ferite personali che lo rendevano fragile. Non dà la colpa a nessuno, nemmeno alla madre che stava male ed era andata via. 

FRANCESCO SARCINA: “FACENDO USO DI DROGHE LA TUA PERSONALITA’ VIENE MANGIATA”

“Facendo uso di droghe la tua personalità viene mangiata, pensi di essere padrone ma non è vero per niente...”.

“Volevo aiutarla e mi scontravo contro un muro”. La ragazza di cui era innamorato faceva uso di eroina “e con lei una volta l’ho provata. Lei ha rischiato l’overdose vera, a me ha lasciato la lucidità minima per poterla poi salvare, una tragedia. E’ un qualcosa in che porta totalmente in un mondo parallelo, non esiste più niente, stai in un altro mondo e il corpo rimane lì come un sacco. Dentro stai vagando, volando. Io in quel momento volevo capire quale fosse il motivo per cui questa ragazza lo faceva. Volevo accudirla, forse come non avevo fatto con mia madre”.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.