Raffaele Paganini in lacrime per la morte di Carla Fracci: “Era la nostra mamma”

Al telefono con Eleonora Daniele per Storie Italiane c’è Raffaella Paganini, emozionato per la morte di Carla Fracci. Con lei va via un pezzo d’Italia, va via un pezzo di famiglia. La regina della danza ci ha rappresentato in tutti i teatri del mondo. “E’ una notizia terribile terribile terribile perché io l’ho veramente amata in una maniera spropositata – racconta Raffaele Paganini ricordando quando l’ha incontrata – Un giorno quando ero ancora un ragazzo mi scelse per un ruolo, mi indicò con il dito e me lo ricordo ancora bene. Io sapevo poco chi fosse lei e dopo l’ho capito perfettamente, ma lei oltre ad essere una grandissima interprete era la nostra mamma” si commuove Paganini, chiese scusa a tutti per le sue lacrime. “Io ho perso tanto nel mio cuore e avrò sempre questo ricordo meraviglioso di questa donna che sorrideva a tutti. Dava un’occasione a tutti e cercava di stare vicino a tutti. Noi abbiamo perso una donna straordinaria e una grandissima danzatrice”.

L’ADDIO DI RAFFAELE PAGANINI A CARLA FRACCI MORTA A 84 ANNI

Carla Fracci era un modello, un simbolo a cui ispirarsi. “Lei era presente in tutte le stagioni della danza. C’è sempre stata in questa evoluzione della danza e tutti abbiamo sempre avuto modo di rivederla e di appassionarci a lei, di non poterla dimenticare mai. Era talmente straordinaria che andava in tv e lei ballava, danzava, si metteva anche in gioco ridendo scherzando”.

Eleonora Daniele ricorda la sua prima intervista. Carla Fracci: “La intervistai nel primo anno di Uno mattina ed ero così agitata di avere una persona così importante davanti e invece mi ha messo lei a mio agio e mi sono trovata davanti una persona meravigliosa veramente, ci mancherà tanto.  Comprendo le tue lacrime, comprendo questa enorme tristezza che è la tristezza di tutti gli italiani, di questa enorme perdita che tutto il mondo ha avuto. Era una delle nostre grandi bandiere italiana nel mondo”.

Per Raffaele Paganini era la bandiera italiana: “Prima di lei non si conosceva la danza italiana, con lei è stata scoperta e portata ovunque. Noi dobbiamo tutto a lei”.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.