Laura Colucci pronta a rivelare “cose vomitevoli” di Non è la Rai

Laura Colucci rovina il compleanno di Non è la Rai. A 30 anni dalla prima puntata del programma che ha lanciato più di un talento lei attacca e quasi denuncia, parla di “cose vomitevoli” che avrebbe voluto conoscere in età più avanzata. Laura Colucci era tra le protagoniste di Non è la Rai, nota in quel periodo, molto meno negli anni successivi però all’epoca è stata famosa come tante altre ragazze, anche lei sulle figurine, anche lei tra diari e quadernoni come Ambra Angiolini, Laura Freddi, Claudia Gerini, Miriana Trevisan, Antonella Elia e tante altre. Erano le ragazze di non è la Rai e mentre altre ex colleghe ricordano con affetto quel periodo lei non riesce più a sentire parlare di favola.

“Non è la Rai era tutto ciò che di più spietato crudo vivi se fai parte del mondo dello spettacolo”

E’ duro l’attacco della Colucci, pensa che potrebbe scrivere un libro e intanto inizia a puntare il dito, consiglia di ascoltare Delusa di Vasco Rossi, la canzone rivelatrice.

“Ho avuto il privilegio di partecipare ad una trasmissione televisiva che per un periodo è stata molto seguita. Il privilegio di far parte a 21 anni di un gruppetto ristretto che guadagnava più di un direttore di banca. Di andare a concerti, discoteche, ristoranti, non pagare ed essere la benvenuta, di firmare autografi come una diva. Ma tutto questo, che apparentemente poteva sembrare e noto che purtroppo continua a voler sembrare una favola, celava aspetti vomitevoli che avrei voluto conoscere in età più avanzata” confessa la Colucci che all’epoca non era minorenne. Non fa nomi ma affonda il colpo.

“Non c’è niente di fiabesco in Non è la Rai, lo sappiamo tutti ma nessuno lo dice. E non mi riferisco al fatto che lui a 60 anni conviveva con una minorenne, perché non sta a me giudicare, ma a tante altre schifezze. Un po’ di decenza, un po’ di onestà intellettuale. Non era una favola signori, era tutto ciò che di più spietato e crudo vivi se fai parte del mondo dello spettacolo. Forse scriverò un libro. Forse inizio oggi”. Ci sarà anche qualche ex ragazza di Non è la Rai pronta a difendere il programma e chi lo gestiva?

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.