Aida Yespica abusata da bambina: “Qual è la mia vita ormai?”

Aida Yespica non ricordava l’abuso subito da bambina, tutto è ritornato nella sua mente solo di recente, ha ricordato tutto. A Storie Italiane oggi ha confidato tutto il suo dolore, ha cercato di essere forte ma alla fine non ha retto, le lacrime hanno mostrato altra sofferenza. “E’ una cicatrice che rimarrà sempre aperta e purtroppo ho rimosso per un certo tempo ma parlando con una mia amica… mi aveva confessato che suo padre aveva abusato di lei e in quel momento mi sono arrivata tutti i ricordi e lì mi sono messa a piangere e sfogarmi”. Aida Yespica racconta il momento in cui tutto è tornato nella sua mente. Non è la prima volta che ne parla, l’ha già fatto nella casa del Grande Fratello Vip. Sono ricordi tornati nel 2016, prima dell’ingresso nel reality show. Solo pochi anni fa Aida Yespica ha ricordato tutto, che era una persona che frequentava casa, ed era un amico del padre.

Aida Yespica a Storie Italiane: “Non riesco ad avere un rapporto come si deve”

“Sono venuta in Italia da sola un passato che non è stato facile e sono sempre andata avanti, ovviamente io ho la mia forza e ho mio figlio ma ovviamente ci sono attimi in cui mi rinchiudo e poi vado avanti”. Ha provato ad andare in analisi ma non c’è una medicina: “Lo affronto, so che devo andare avanti…Non c’è giustizia io purtroppo devo andare avanti perché ho la cosa più bella che è mio figli, so che sono passati 32 anni ma non è facile”.

La Yespica non sa e non vuole sapere se quell’uomo è ancora in vita. “Sono venuta in Italia quando avevo 17 anni e non ho saputo più niente di questa persona… non capisco cosa passi per la mente di persone che fanno cose del genere”.

Aida sembra forte poi scoppia in lacrime: “Sevo farmi una vita ma io in una relazione tratto molto male l’uomo e non riesco ad avere un rapporto come si deve, non mi capiscono a volte, purtroppo devo avere la forza di andare avanti ma la vita qual è, ormai la mia vita è stata strappata e non è facile mi dispiace tanto per le peesone che ho accanto”.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.