Laura Torrisi stanca di entrare e uscire dalla sala operatoria, parla della sua malattia

E’ a Verissimo che Laura Torrisi racconta della sua malattia, l’endometriosi. Sui social ha mostrato solo una parte delle sue sofferenze ma a Verissimo confida che è entrata è uscita così tante volte dalla sala operatoria che è destabilizzata, che non può più fare molte altre operazioni. E’ sempre bellissima e la sua forza è Martina, la figlia nata dalla storia d’amore con Leonardo Pieraccioni. Laura Torrisi spiega che l’endometriosi è una malattia cronica invalidante, sia fisicamente che psicologicamente e che purtroppo lei l’ha scoperta in ritardo. E’ sul suo libro P.S. Scrivimi sempre che ripercorre il calvario che la riguarda, dalla diagnosi avvenuta nel 2009 a oggi. Era già a uno stadio avanzato quando la Torrisi ha saputo il nome della malattia e in quel periodo ha vissuto momenti terribili.

Laura Torrisi a Verissimo ricorda tutti gli antidolorifici che era costretta a prendere

“È una malattia cronica davvero invalidante, sia psicologicamente che fisicamente. Quando ero sul set della fiction L’onore e il rispetto prendevo fino a sette antidolorifici al giorno. Facevo fatica ad arrivare a fine giornata” possiamo solo immaginare la sua sofferenza mentre doveva resistere sul set e recitare.

L’endometriosi le ha condizionato la vita ma per fortuna non si è ammalata di depressione. Ha avuto però paura di non potere avere figli invece poi è nata Martina ed è stata sua figlia a darle tutta l’energia per affrontare ogni cosa.

“Nei momenti più bui ho chiesto un aiuto psicologico perché, per quanto la famiglia e gli amici possano provare a capire, solo chi ha provato un dolore del genere può comprenderlo fino in fondo” ed è importante parlarne. L’attrice toscana ha confidato anche altro, ha parlato degli amori sbagliati nella sua vita, oggi è da sola e se non dovesse arrivare l’uomo giusto non sarebbe poi così grave. Appuntamento con Verissimo a domani 9 ottobre alle 16:30 su Canale 5.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.