Patty Pravo ricorda sua madre: non è cresciuta con lei, l’ha frequentata solo da adulta

patty pravo verissimo

Ha sempre parlato poco della sua mamma, che ha frequentato in età più adulta. Patty Pravo è cresciuta con la nonna ma a Verissimo racconta c’è stato un anno in cui è andata a Venezia e in quel periodo ha avuto la possibilità di stare con lei, di fare delle lunghe passeggiate con sua madre che in quei mesi le preparava anche il pranzo. Patty Pravo in quel modo ha conosciuto sua madre, una donna che non conosceva per niente: “Mia madre ha avuto veramente una vita incredibile”. Si è sposata a 19 anni e ha avuto lei a quella età. “Però era sola completamente sola perché tutta la sua famiglia era emigrata, era andata via. Quindi in quel periodo storico, sposati a 19 anni, perché mamma e papà si sono incontrati dallo specchio… gli occhi. E’ nato poi questo grande amore”. Racconta che sua madre poi è stata molto male, ha avuto dei problemi perché era sola e non aveva nessuno con cui parlare.

Patty Pravo a Verissimo

Non ha avuto bisogno di perdonare sua madre per la sua assenza. “Non ho mai avuto nulla contro mamma perché nonna non ha assolutamente portato del rancore o qualcosa del genere. No, mamma per me era mamma ma non la vedevo, non abbiamo avuto una crescita insieme”.Invece in quell’anno a Venezia ha avuto la possibilità di conoscerla e ha saputo tante cose che non immaginava: “Abbiamo avuto la possibilità di parlarci, ho saputo queste cose e altre in quel periodo e ho iniziato a stimarla come donna oltre che come madre”. E’ andata a vederla tante volte ai suoi concerti. “Se perdo te” era la sua canzone preferita e quando c’era sua madre gliela dedicava sempre.

Patty Pravo ricorda anche il carcere: “E’ stato interessante, quando sai che non hai nulla da temere, tre giorni e poi ti chiedono scusa”.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.