Eva Grimaldi dalla difficoltà nel parlare alla droga, come ha superato tutto

eva Grimaldi droga

E’ dislessica Eva Grimaldi ma quando era piccola erano difficoltà che non si conoscevano ancora. Per uno spavento a causa di un aereo che volò bassissimo sopra casa sua divenne balbuziente. La mandarono in una classe differenziata ma lei a scuola stava zitta, la madre capì che sua figlia non aveva un problema grave ma che andava semplicemente seguita. Eva Grimaldi Iniziò a fare logopedia e il suo esercizio era quello di disegnare col dito un cerchio sulla mano per ogni parola. Metteva le mani dietro la schiena e con quel cerchio riusciva a parlare senza problemi. Così Eva Grimaldi spiega anche il suo modo particolare di parlare. Soprattutto all’inizio della sua carriera parlava tanto a scatti, pensavano fosse straniera. Oggi sorride di quella difficoltà, confessa che ci ha giocato poi molto facendolo diventare un pregio.

Eva Grimaldi a Oggi è un altro giorno

Arrivi a Roma che è grande, enorme, feste e girava tanta droga”. E’ stato il suo agente che l’ha presa per le orecchie dicendole se era andata a Roma per le feste e la droga o per studiare e recitare. E’ stata la sua parte sana a farla reagire, era stata cresciuta da una famiglia sana ed è subito tornata indietro, ne è uscita subito dalla droga, ma com’era accaduto?

“La follia pura di fare quello che vuoi, la libertà. Avevo 24 anni ma ne dimostravo 18, non potevo fare niente prima, mi privavo di tutto. Ero bella come il sole… Non lo fate… Come ci sono cascata io ci possono cascare tutti”. Ricominciò a balbettare, non mangiava, stava malissimo, la droga avrebbe potuto distruggerla in poco tempo.

“Bellissima, fragile, dolce, umana, accogliente, lei è vittima del suo personaggio degli anni ’80” sono le parole di Imma Battaglia entrata a sorpresa nello studio di Oggi è un altro giorno per lei, per la donna che amerà sempre. “Amore, sei bellissima” lei dice subito; anche l’amore l’ha salvata.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.