Il senso di colpa di Eva Grimaldi nei confronti della mamma la commuove

eva Grimaldi oggi

La mamma di Eva Grimaldi è morta nel 2017, l’attrice confessa un senso di colpa forte nei suoi confronti. Da questa confidenza di Eva Grimaldi nello studio di Oggi è un altro giorno si comprende ancora di più quanto sia profonda e dolce. Seduta allo specchio era impossibile che non piangesse, lo fanno tutti ma soprattutto si commuovono le persone sensibile come lei. La prima foto è quella con sua madre: “Forse ho come un senso di colpa perché mia mamma era molto cattolica e praticante, io non è che mi sto allontanando dalla chiesa e non è nemmeno che non ho tempo ma vorrei pregare un po’ di più. Quando sono sola lo faccio ma sono sicura che mia mamma mi guarda e mi dice che non si fa mica così”. E’ dolcissima la sua confessione, piange fino ad avere bisogno di un fazzoletto, è un dolore che sente perché le sembra di avere delle mancanze nei confronti di mamma Elvira. “Mia mamma voleva sempre che dovevo andare in chiesa e non ci sto andando. L’ultima volta sono andata con Luisa, la mamma di Imma”.

Il messaggio di mamma Luisa a Eva Grimaldi

Lei è fortissima e veglia su loro e arriva il messaggio della mamma di Imma Battaglia, sono parole per Eva Grimaldi a cui è molto legata: “Ricordati che io ti voglio bene, tu sei così affettuosa con me e io con te”. 92 anni e vince sempre a burraco con lei. Sono entrambe emozionate, sia Imma Battaglia che Eva Grimaldi, il loro amore è speciale perché onesto, non perfetto ma vero.

La Grimaldi ammette anche di essere gelosa, molto gelosa, non le sembra mai abbastanza, ha paura di perdere la sua compagna, anche se sulla sua fedeltà metterebbe la mano suo fuoco. Per il resto non è poi così difficile superare quel senso di colpa ed entrare per la mamma qualche volta in più in chiesa pregando non solo nei ritagli di tempo.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.