Arisa ha pensato al suicidio, lo confessa in tv a Diaco

arisa diaco

Arisa ha pensato al suicidio, ha pensato di sottrarsi alla vita, lo confida per la prima volta in tv a Pierluigi Diaco. Stasera Ti sento in onda su Rai 2 alle 23:20 avrà protagonista Arisa. Tra tanti ricordi, suoni e note la risposta della cantante a una domanda che molti non vorrebbero ascoltare. E’ la fede che in un certo modo ha salvato Arisa ma ammette che c’è stato un periodo in cui sentiva che nessuno l’amava, si sentiva sola, abbandonata ed è stato terribile. Oggi è felice, serena, è una nuova donna e si vede ma la sua risposta è immediata, spontanea. Immagina che è un pensiero che sfiora tutti prima o poi.

Arisa a Ti sento

“Sì, io ho pensato di sottrarmi alla vita, io penso che un po’ tutti lo pensiamo però poi io sono una ragazza di fede… e sono una ragazza di fede anche per questo. Perché poi c’era un periodo nella mia vita dove vedevo sempre che dopodomani c’era un buco nero, che non sapevo cosa mi sarebbe successo, che mi sentivo sola e abbandonata, che nessuno mi amava, è bruttissimo. E poi piano piano dai valore alle tue priorità e dici ‘okay, la vita mi ha dato cose belle mi può dare anche cose brutte, devo resistere’”.

Un’intervista lunga ma Diaco e Arisa parlano anche di una seconda vita, della vita dopo la morte, la possibilità di rinascere ma come ermafrodita. “Battiato mi diceva sempre che quando noi uccidiamo il nostro corpo in realtà anche la nostra anima va via e non si unisce con le altre particelle per creare nuova vita, la reincarnazione e tutte queste cose. Invece, io spero di vivere per sempre e quindi che la mia anima possa un giorno ricongiungersi ad altre particelle e possa dare vita a un essere umano migliore… magari un’ermafrodita” confessa la cantante che aggiunge: “Fisicamente mi piacerebbe essere un’ermafrodita. Una cosa è di testa e una cosa è fisicamente”. Appuntamento a stasera per seguire l’intera intervista.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.