Eurovision 2022: prima semifinale, le 10 nazioni che passano in finale fra sorprese e conferme

eurovision 2022 prima semifinale vincitori

Si è finalmente svolta la prima delle due semifinale di Eurovision 2022: il celeberrimo concorso musicale europeo che quest’anno ha come sede l’Italia – Torino per la precisione – a distanza di trentuno anni dalla scorsa edizione realizzata dalla Rai a Napoli. A tenere le redini del concorso sono stato Alessandro Cattelan, Laura Pausini ma soprattutto un brillante Mika che hanno gestito il traffico sul palco fra le performance della gara e le esibizioni sul “suono della bellezza” italiana.

A proprio a proposito delle performance di gara, in poco più di una oretta il pubblico di Rai Uno ha ascoltato tutte e diciassette le canzoni in gara in questa prima semifinale del 10 maggio 2022... ma solo dieci di loro hanno avuto l’accesso alla puntata finale. Scopriamo insieme quali Paesi rivedremo sul palco del PalaAlpitour di Torino nella finale di sabato 14 maggio 2022.

Eurovision 2022: i primi dieci Paesi finalisti

La prima nazione a conquistare l’accesso alla finale è la vicina Svizzera di Marius Bear. Il giovane si è esibito sul palco con il brano “Boys Do Cry” (“Anche i ragazzi piangono”, trad.). Il brano è un lento, dalle sonorità romantiche, con un comparto scenografico molto semplice dove onnipresente è un cuore spezzato.

Secondo Paes finalista è l’Armenia. Trionfa Rosa Linn con il brano “Snap”. A colpire è soprattutto l’insolito allestimento scelto per la performance sul palco: una finta cameretta interamente ricoperta di post-it bianchi che, se strappati in alcune aree dello staging, rivela parole del testo della canzone. Bianco anche l’outfit e la chitarra imbracciata dalla Rosa.

A sorpresa passa anche l’Islanda. La nazione raggiunge la finale grazie ai voti raggranellati fra giuria e pubblico dalle Systur, una band tutta al femminile, che si è esibita con il brano “Með Hækkandi Sól” (“Verso il Sol Levante”, trad). Un po’ folk, un po’ country, le ballate sembrano aver conquistato molto terreno in questa prima semifinale.  

Passa il turno e accede alla finale anche la Lituania. Con il brano “Sentimental”, Monika Liu porta in scena un brano sofisticato e dal gusto tipicamente retrò. Lo show della lituana è stato circolando da luccicori e lustrini.

Omen nomen per il Portogallo, che accede anche lui alla finale del 14 maggio di Eurovision 2022. Il brano malinconico portato in trionfo dalle giuria si chiama per l’appunto “Saudade Saudade” ed è portato in scena da MARO. Molto apprezzato da Cristiano Malgioglio durante la diretta su Rai1, il brano è eseguito in studio da un gruppo vocale di sole donne. Molto ben curata l’atmosfera in studio.

Non poteva che accedere alla finale il pazzo duo dei Subwoolfer, rappresentanti della Norvegia. I due cantanti mascherati da lupi gialli che provengono dalla luna – stando a quanto riferiscono in conferenza stampa – hanno fatto esplodere l’arena fra canti e balli sulle note di “Give that wolf a banana” (“Date a quel lupo una banana”, trad). La coreografia è già un cult per i fan di Eurovision.

Brano molto amato, e quindi in finale, è anche quello presentato da Amanda Georgiadi Tenfjord per a Grecia. “Die Together” (“Moriamo insieme, trad.) è una ballad molto orecchiabile ed è accompagnata da una messa in scena davvero emozionante. Sul palco tante sedie sciolte sul pavimento ed un assetto di luci che passa dal bianco all’azzurro, i colori della bandiera ellenica. A completare il tutto la voce dell’interprete, potente e dolce nei momenti giusti.

Sono fra i favoriti alla vittoria e non potevano di certo uscire di scena in semifinale. Rivedremo sul palco di Eurovision 2022 la band arrivata dall‘Ucraina: Kalush Orchestra. Il loro brano “Stefania” è un omaggio alla madre del frontman della band ma è anche un omaggio a tutte le mamme ucraine, hanno rivelato. Il brano è un mix funzionante fra sonorità etniche e rap.

A sorpresa, passa anche un brano su cui nessuno avrebbe scommesso: la Moldavia. A riuscire nell’incredibile impresa di passare il turno sono i Zdob şi Zdub & Advahov Brothers con il brano “Trenulețul” (“Treno”, trad). ll brano è una sorta di versione locale di un pezzo alla Casadei: fisarmonica, violino, ritmi da balera e una verve caricata a colpi di “Hey, oh! Let’s Go!“.

Chiude l’elenco delle dieci nazioni spedite in finale anche i Paesi Bassi. Un’altra ballad moderna dal titolo “Die Diepte” cantata da S10. Il brano conquista subito l’orecchio degli spettatori ed è aiutato da una messa in scena estremamente minimale. Un “less is more” che funziona senza tema di smentita.

Quali saranno le altre dieci nazioni in gara nella finale di Eurovision 2022? Lo scopriremo nella seconda semifinale del 12 maggio 2022.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.