Pierpaolo Pretelli piange per il figlio e Ariadna Romero prende le distanze dai pettegolezzi

Le lacrime di Pierpaolo Pretelli ieri sera hanno emozionato tutti mentre il GF Vip mostrava le immagini del figlio, del piccolo Leonardo. Erano una coppia bellissima Ariadna Romero e Pierpaolo Pretelli ma dopo un anno dalla nascita del figlio tutto è finito, la storia non è andata avanti e forse anche altro non ha funzionato. Ariadna si comporta da mamma, mette al primo posto suo figlio e prende le distanze dai pettegolezzi, non le interessano le interviste se si parla di Pierpaolo papà assente o meno, del come sia finita tra loro. Non stanno più insieme e sono i genitori di Leonardo, il resto è superfluo. Così ha rifiutato l’intervista di Gabriele Parpiglia che però ha riportato su Giornalettismo le sue impressioni. Ariadna Romero sottolinea che non c’è nessun virgolettato nel pezzo del giornalista ed è qui che prende le distanze e confida che Pierpaolo è il padre di suo figlio e che non direbbe mai niente contro di lui.

ARIADNA ROMERO CHIEDE RISPETTO PERCHE’ IN QUESTA STORIA C’E’ UN BIMBO DI TRE ANNI

Parpiglia l’ha chiamata, voleva farle delle domande su Pretelli, ha risposto che voleva restarne fuori: “Pierpaolo è il padre di mio figlio e la nostra relazione è finita 3 anni fa, quindi qualsiasi mio commento sarebbe fuori luogo. Non so che dire” ha commentato su Instagram.

Non vuole di certo che le persone se la prendano con Parpiglia, lui ha scritto il suo pensiero, non ha detto il falso, ha riportato il silenzio di Ariadna ed è vero, lei non ha risposto.

“Pierpaolo è il padre di mio figlio e la nostra relazione è finita 3 anni fa, quindi qualsiasi mio commento sarebbe fuori luogo. Non so che dire”. In questo modo però sembra indirettamente confermare che Pierpaolo non è così presente nella vita di suo figlio, ma anche queste sono supposizioni.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.