Ansia da regalo a Natale: come combatterla


Ansia da regalo a Natale? Ecco come combatterla. In primis, verrebbe da dire semplicemente di non fare i regali e chiedersi che senso abbia questa tradizione prima di decidere se festeggiarla o meno. Chi vuole comunque passare il Natale consumando e dunque facendo un regalo ad amici e parenti o lo fa per mostrare quanto tiene a loro – cosa che si potrebbe fare in qualsiasi periodo dell’anno, senza bisogno di spinte – è colto da ansia perché si chiede se il suo regalo sarà all’altezza, se ne riceverà uno migliore o peggiore del suo, ecc.

La ricerca del dono adatto non è semplice anche a causa del poco budget a disposizione, delle tredicesime che scarseggiano e di chi ha poco tempo perché in periodi di crisi cerca di sopravvivere. Vediamo come combattere l’ansia da regalo a Natale. I mercatini natalizi rappresentano un’interessante opportunità per fare regali originali e a basso costo. Infatti, sono 12 milioni di italiani quelli che seguiranno questo metodo, secondo Coldiretti. Il consiglio è quello di fare un regalo di valore emotivo. Non conta il denaro o la ricerca di un dono all’ultima moda: meglio fare un regalo che ben si adatta alla personalità del destinatario.

Come combattere l’ansia: andare a letto presto aiuta chi soffre di questo problema – LEGGI QUI


Bisogna modificare il valore economico di un regalo in valore emotivo. Ad esempio, una vecchia foto o persino una composizione poetica. In tempi di materialismo dominante, sarebbero dei regali che resterebbero per sempre e dal forte valore affettivo. Un altro regalo può essere quello di trascorrere più tempo con una persona. Ovviamente, questo vale solo per chi ha più tempo durante questo periodo. Per tutti gli altri si tratterebbe di mera ipocrisia. Dunque, a Natale siamo tutti più buoni? No, dovremmo restare umani 365 giorni l’anno e pensare agli altri quando possiamo e non quando una festività ce lo impone.

 


Leggi altri articoli di News benessere

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close