I microbi nascosti in cucina: gli oggetti di cui avere paura

L’igiene in cucina è fondamentale. Eppure spesso mentre cuciniamo usiamo oggetti, non sempre utili, che sono pieni di microbi. Non si vedono ad occhio nudo ma ci sono e spesso sono sottovalutati anche dalle maniache del pulito. Quando pensiamo allo sporco in cucina infatti, il pensiero va spesso ai piatti da lavare lasciati impilati nel lavandino. Eppure i maggiori rischi per la salute arrivano da altri oggetti, alcuni impensabili.

CINQUE OGGETTI PIU’ SPORCHI DEL WC

Lo studio della Kansas State University pubblicato su “Food protection trends” ha elencato gli oggetti con più microbi che si trovano spesso nelle nostre cucine. Ai primi posti troviamo gli strofinacci della cucina: le pezze sono un vero e proprio ricettacolo di germi e batteri. Spesso infatti ci si preoccupa di lavarsi le mani durante la preparazione delle pietanze ma poi ci si asciuga con lo strofinaccio sporco.

Insieme alle tovagliette di cotone troviamo i cellulari e i tablet. Che c’entrano con la cucina? Certo non sono propriamente un utensile da cucina ma molta gente ha ha il vizio di intrattenersi al telefono mentre cucina oppure di preparare da mangiare seguendo sui dispositivi elettronici di pari passo la ricetta. Questi ultimi però ospitano microrganismi pericolosi che possono causare anche intossicazioni alimentari. Non solo: in cucina si sporcano e poi vengono portati con incuranza a diretto contatto con l’orecchio. L’elenco è stato stilato osservando le abitudini in cucina di 123 volontari. Questi quindi i due oggetti in assoluto più sporchi che si trovano in cucina. Il consiglio è quello di usare la carta assorbente usa e getta al posto degli strofinacci. Inoltre è meglio non usare il cellulare in cucina e, se proprio si necessita di seguire una ricetta, ricordarsi di disinfettare il telefono con soluzioni specifiche. Possono sembrare regole banali ma è importante mantenere la massima igiene in cucina visto che si tratta della stanza in cui prepariamo i pasti e mangiamo.

One response to “I microbi nascosti in cucina: gli oggetti di cui avere paura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.