Cibi contaminati sulle nostre tavole: la lista nera choc con i prodotti cancerogeni


La Coldiretti di Napoli ha presentato oggi la lista nera dei cibi più contaminati e quindi altamente sconsigliati. Una vera e propria black list con cibi che arrivano soprattutto da altre stati, spesso anche da altri continenti, che possono provocare gravi danni per la nostra salute. Una lista choc che indica tutti i cibi contaminati, alimenti che spesso acquistiamo senza sapere quanto ci possano far male. Al primo posto troviamo i broccoli cinesi che hanno il 92% per la presenza di residui chimici. La lista mette in classifica i cibi più contaminati sono prodotti che vengono da altri paesi. Dobbiamo fare molta attenzione e leggere attentamente le percentualità di tossicità dei prodotti che vengono segnalati. Al secondo posto c’è il prezzemolo del Vietnam, con il 78% di irregolarità rilevate: in questo prezzemolo ci sono notevoli tracce di pesticidi. Ancora troviamo il basilico indiano, risultato cangerogeno. Il basilico egiziano è stato definito completamente fuori norma.

LA BLACKLIST DI CIBI CONTAMINATI CHE FA PAURA AGLI ITALIANI: ECCO GLI ALIMENTI POTENZIALMENTE CANCEROGENI

Ancora il melograno egiziano per la presenza di pesticidi al 33%, la maggior parte delle fragole egiziane sono tutte con elevato grado di tossicità. La coldiretti segnala anche, con una presenza di residui chimici irregolari del 21% i pericoli che vengono anche dal peperoncino della Thailandia e dai piselli del Kenia contaminati in un caso su dieci. La coldiretti nel comunicato ribadisce: “I problemi riguardano anche la frutta dal Sud America come i meloni e i cocomeri importati dalla Repubblica Dominicana che sono fuori norma nel 14% dei casi per l’impiego di Spinosad e Cypermethrin”.

LA LISTA DEI PRODOTTI DELL’ORTO PIU’ CONTAMINATA – CLICCA QUI


È risultato irregolare – continua ancora la Coldiretti – il 15% della menta del Marocco, un altro Paese a cui sono state concesse agevolazioni dall’Unione Europea per l’esportazione di arance, clementine, fragole, cetrioli, zucchine, aglio, olio di oliva e pomodori da mensa che hanno messo in ginocchio le produzioni nazionali. Insomma un po’ tutte le verdure e la frutta straniera ha dei tassi elevati di tossicità. Una coSa è certa in Italia non abbiamo di questi grossi problemi.

COME LAVARE LA FRUTTA PER ELIMINARE PESTICIDI E BATTERI – LEGGI QUI

Ecco cosa ci dice la coldiretti: “L’agricoltura italiana – spiega la coldiretti – è la più green d’Europa con 281 prodotti a denominazione di origine (Dop/Igp), il divieto all’utilizzo degli Ogm e il maggior numero di aziende biologiche– e continua ancora -ma è anche al vertice della sicurezza alimentare mondiale con il minor numero di prodotti agroalimentari con residui chimici irregolari”.

“La Black list dei cibi più contaminati” come viene definita dalla Coldiretti, è stata stilata sulla base delle analisi dell’Agenzia europea per la sicurezza alimentare (Efsa) nel rapporto 2015 sui residui dei fitosanitari in Europa e presentata al Palabarbuto di Napoli.


Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  • Ultime Notizie Flash

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicitá. Non puó pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.

    © Ultime Notizie Flash

  • Chi siamo

    Ultime Notizie Flash by Purple di Filomena Procopio

    Via Della Libertà, 106 - Montesano Salentino (Lecce)

    P.I.: 03370960795 - Iscrizione REA: 307423

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close