Editing genetico: primo taglia e incolla su uomo malato di tumore

L’editing genetico è una realtà. Lo scorso ottobre, all’Università cinese Sichuan, a Chengdu, è stato eseguito il primo intervento taglia e incolla del DNA su un uomo malato di tumore. Le cellule immunitarie dell’uomo sono state prelevate e modificate disattivando una proteina in modo da renderle più aggressive contro le cellule del tumore e poi nuovamente inserite nell’individuo. Le cellule sono state modificate geneticamente con la tecnica del taglia-incolla del DNA, la Crisp-Cas9. La Crisp, Clustered Regularly Interspaced Short Palindromic Repeats, è una tecnica molto particolare che, tagliando e cucendo la doppia elica, permette di spezzare il DNA in punti specifici e di riscriverne la sequenza. La Crips è stata usata per la prima volta su un uomo malato di tumore al polmone. L’intervento è stato reso noto dalla rivista Nature e, in un primo momento era stato fissato, con il consenso del comitato etico, per agosto. Ma i tempi per modificare le cellule sono stati più lunghi del previsto per cui l’operazione è stata eseguita il 28 ottobre dal gruppo dell’oncologo Lu You.

Trovate le cellule corrotte che aiutano i tumori – leggi qui

Non si conoscono le generalità del paziente né le attuali condizioni, non rivelate dai medici per una questione di privacy, ma si sa che l’uomo sottoposto all’intervento ha ricevuto due infusioni di cellule. I ricercatori sono alle prese adesso con altri pazienti che dovrebbero ricevere da due a quattro infusioni. L’obiettivo è quello di verificare la sicurezza delle terapia e valutare gli eventuali effetti avversi. La Crisp è una tecnica sulla quale molti scienziati fanno affidamento proprio perché è considerata, al momento, una tecnologia incredibile. Basti pensare che, sempre in Cina, sembrerebbe essere stato creato un beagle geneticamente modificato per lo studio del mordo di Parkinson e della distrofia. Tuttavia nel 2015 la Crisp era stata oggetto di un aspro dibattito etico a causa di una sua possibile applicazione nella manipolazione degli embrioni umani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.