L’influenza fa paura, picco in Italia: 15 morti

influenza

Il picco dell’influenza stagionale sta arrivando e fa paura. A quanto pare ci sono stati moltissimi casi, alcuni anche gravi. Sono 15 i morti a causa dell’influenza che sta costringendo a letto milioni di persone colpite dal virus. I contagi sono aumentati in modo evidente la scorsa settimana, e ora che l’inverno entra nel vivo, la situazione è destinata a peggiorare. Nei prossimi giorni ci sarà infatti un calo delle temperature con arrivo di freddo, gelo e neve su diverse zone della Penisola e questo non farà che peggiorare la situazione relativa all’influenza.

INFLUENZA, ARRIVA IL PICCO DI STAGIONE: DUE MILIONI E MEZZO DI ITALIANI A LETTO E 15 MORTI

Stando al bollettino InfluNet sulla sorveglianza epidemiologica, che è a cura dell’Istituto Superiore di Sanità, 431mila persone sono state costrette a letto nella seconda settimana di gennaio. I casi registrati questa stagione sono, ad oggi, circa 2.246.000. Antonio Bella, responsabile sorveglianza InfluNet, ha detto all’Ansa che i contagi generalmente iniziano ad aumentare dopo le feste di Natale ma che ancora non siamo nel periodo di picco dell’influenza stagionale. Questo ci sarà tra circa due settimane. Le categorie maggiormente esposte al contagio sono i bambini al di sotto dei 5 anni di età. L’incidenza per loro è di 15 casi per mille assistiti, più del doppio rispetto ai 7,1 casi per mille assistiti della popolazione in generale.

Per quanto riguarda le aree geografiche maggiormente colpite, troviamo le Regioni del Centro e del Sud Italia, ovvero Marche, Umbria, Lazio, Abruzzo, Campania, Calabria e anche la Sicilia. Bella ha spiegato che l’epidemia, rispetto agli scorsi anni, è più contenuta e di bassa intensità, forse perché c’è stata “una maggiore adesione alle vaccinazioni“. Attualmente però bisogna aspettare ancora che arrivi il picco dell’influenza per tirare le somme, in quanto “i virus influenzali sono mutevoli e poco prevedibili“. A predominare è il ceppo A dal punto di vista virologico, soprattutto l’Ah1n1.

Ci sono stati 63 casi gravi tra cui 15 persone sono decedute. Si tratta soprattutto di persone over 65. Ma quali sono i sintomi dell’influenza stagionale? Si tratta dei classici sintomi come brividi, febbre, dolori ossei, tosse secca, raffreddore, mal di testa. Non bisogna assumere antibiotici per sconfiggere l’influenza, anche se questi vengono spesso assunti senza reale necessità, provocando problemi a tutta la popolazione nel lungo periodo. Per evitare il contagio bisogna evitare luoghi chiusi in cui non circola aria e bisogna lavare spesso le mani. Insomma, il picco dell’influenza sta per arrivare e bisogna prepararsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.