Il formicolio alle mani non va sottovalutato: come riconoscere se c’è un problema

Il formicolio alle mani è molto frequente e sono diversi i motivi per cui le persone ne soffrono, ma in alcuni casi dobbiamo davvero fare attenzione. Il formicolio alle mani è una sensazione che almeno una volta abbiamo provato un po’ tutti quando ci alziamo la mattina dal letto oppure quando dormiamo in modo sbagliato sul divano. Spesso fastidioso e persiste per qualche minuto. Da cosa può dipendere? E come fare per bypassarlo? Proviamo a illustrarvi tutte le risposte. Da cosa dipende? Sono diversi i fattori che possono far innescare il formicolio alle mani. Per esempio uno dei tanti è lo schiacciamento dei nervi, che restano in una posizione particolare per più tempo.

Come quando scriviamo al computer, se ci fate caso avvertiamo un formicolio alle mani. Usare infatti anche il mouse per troppo tempo può causare il formicolio. Una posizione sbagliata durante la notte, può provocarci formicolio, che in termini medici è detto parestesia, cioè una alterazione della sensibilità della mani.

COME CURARE IL MAL DI TESTA CON L’ALIMENTAZIONE – LEGGI QUI

Sforzi eccessivi per esempio quando portiamo due balle di acqua per più di tre o quattro minuti possiamo avvertire il formicolio, oppure stress e farmaci possono causarci parestesia. In molti casi si risolve subito ma non va mai sottovalutato perché se persistente e continuo oppure notiamo di averlo spesso allora dobbiamo consultare un medico specialista. Potrebbe trattarsi di: tiroide, tunnel carpale, problemi circolatori, emicrania, cervicale, problemi di natura cardiaca o metabolica, problemi neurologici fino ad arrivare a casi più gravi.

I SINTOMI CHE PROLUNGATI NEL TEMPO INDICANO LA PRESENZA DI TUMORE

Un’attenta analisi del formicolio farà mettere in luce se è un problema di quelli sopra elencati oppure dovuto a semplici situazioni giornaliere risolvibili eliminando le cause scatenanti. Per esempio normale è avere il formicolio alle mani durante la gravidanza che però scompare settimane dopo il parto. Non sottovalutiamo quindi questo fastidio facendo un’attenta analisi dei sintomi e delle cause scatenanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.