Intolleranze alimentari, i sintomi più comuni per riconoscerle

Tantissimi sono i sintomi che accomunano alcune patologie o intolleranze ecco perché dobbiamo imparare a riconoscerli, per esempio le intolleranze alimentari hanno dei sintomi ben precisi che anche se comuni ad altre cose possono essere isolati e arrivare quindi poi alla diagnosi. E’ sempre bene sottoporre al medico la nostra situazione ma è bene imparare a conoscerli. Sicuramente bisogna per prima cosa dividere le allergie alimentari dalle intolleranze che sono ben diverse tra di loro. Molte intolleranze come ad esempio quella al lattosio sta diventando molto comune, quella possiamo definirla una intolleranza enzimatica. In pratica si chiama così proprio perché non riesce l’organismo a metabolizzare quell’enzima, in questo caso il lattosio.

Vediamo allora i sintomi più comune e che non dovete sottovalutare che riguardano le intolleranze alimentari. Soprattutto nel caso in cui ve ne riconoscete più di uno allora è il caso di procedere con delle analisi specifiche e andare direttamente al problema. La cattiva digestione è uno dei primi sintomi con il quale si manifestano le intolleranze alimentari associata a bruciori di stomaco, rigurgiti, alitosi e dolori addominali.

La lista dei farmaci senza lattosio divisa per categoria dagli antibiotici ai fermenti

I crampi allo stomaco nella parte superiore dell’addome sono un altro sintomo delle intolleranze alimentari da non sottovalutare mai. Di solito scompare e riappare senza preavviso. Altri sintomi che non vanno mai sottovalutati che sono spesso riconducibili a diverse patologie ma presenti soprattutto nelle intolleranze alimentari, sono la diarrea spesso si presenta in forma acuta e la flatulenza.

Intolleranze alimentari: i test per scoprirle

La nausea e il mal di testa spesso associati alle intolleranze alimentari sono molto fastidiosi perché ovviamente provocano una sintomatologia che può causare un malessere generale che non ci permette le normali cose giornaliere. Ancora il prurito spesso localizzato nella zone retro nucale e spalle, gonfiore addominale presente dovuto all’accumulo di gas nello stomaco. Rigurgito acido che spesso è accompagnato da salivazione eccessiva. E infine le coliche che vengono di solito precedute da un malessere generale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.