Roma, medico accoltella la moglie davanti al figlio piccolo

Una terribile storia di violenza sulle donne arriva dalla provincia di Roma, dove un medico ha accoltellato ripetutamente l’ex moglie davanti al figlio piccolo. A compiere il gesto è stato Marco Mammucari, medico di 51 anni, mentre la ex moglie ne ha 41. Ad assistere alla scena è stato il figlio piccolo della coppia, di soli 6 anni. E’ accaduto ad Albano, in provincia di Roma.

Il medico ha accoltellato la moglie prima al petto, e poi ad un braccio. La donna, romena, ha tentato di fuggire dalla furia del suo ex marito ma è stata colpita con un soprammobile in ferro molto pesante. A dare l’allarme dopo le ore 19 sono stati i vicini di casa, che hanno udito le richieste di aiuto disperate della vittima. I Carabinieri hanno fermato poco dopo il medico. Alla base della furibonda lite ci sarebbe una separazione difficile. Da qualche mese i coniugi si erano lasciati, e la 41enne viveva a Cecchina, una frazione di Albano, con il figlio piccolo. Il medico, invece, era ritornato nella casa dei genitori, a Genzano. Nel tardo pomeriggio di ieri Mammucari era andato a trovare il figlioletto. A quel punto però deve essere avvenuto un diverbio degenerato a fino a che l’uomo ha accoltellato la moglie davanti al figlio piccolo, aggredendola probabilmente per motivazioni legate alla gelosia. La donna è stata salvata dai vicini di casa mentre arrivavano i Carabinieri. Il medico intanto è salito sul terrazzo minacciando di suicidarsi. I militari sono riusciti a farlo desistere dal suo intento.

Per quanto riguarda le condizioni di salute della moglie, è stata ricoverata presso l’ospedale di Albano in codice rosso e fortunatamente non rischia la vita. Il marito è invece accusato di tentato omicidio e lesioni aggravate. Mammucari è molto conosciuto a Pavona, dove lavora in qualità di medico di base. 

Seguono aggiornamenti su questa terribile storia che arriva dalla provincia di Roma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.