Bimbo di 5 anni dà fuoco alla cugina di 2 con un accendino

Negli Stati Uniti, un bimbo di 5 anni dà fuoco alla cugina di 2 con un accendino. Il piccolo ha preso un accendino, lasciato incustodito in casa, e ha dato fuoco alla casa uccidendo la cugina di 2 anni. L’incendio si è poi propagato distruggendo tre case e danneggiandone una quarta. Ad appiccare – probabilmente inconsciamente – l’incendio che ha provocato la morte della piccola Ayanna Lisa Brooks è stato un bambino di 5 anni di McKeesport, in Pennsylvania. Tuttavia, il procuratore distrettuale, Stephen A. Zappala, dopo aver visitato la casa dove c’è stato l’incendio, ha dichiarato che si è trattato di un atto voluto: “Non si è trattato di un semplice incidente ma dell’atto di un piromane”. Dopo aver dato fuoco all’abitazione in cui è morta la cugina, il bimbo di 5 anni è uscito dalla casa. Il piccolo ha già scatenato diversi incendi mostrando la sua recidività. La prima casa a prendere fuoco non aveva sensori anti-incendio. Il padrone di casa che ha affittato l’abitazione adesso rischia gravi imputazioni. La cugina di 2 anni sarebbe morta inalando i fumi tossici causati dall’incendio. La mamma del bambino di 5 anni era fuori casa. I due piccoli cugini erano stati affidati a due zie. Gli inquirenti stanno cercando di capire chi fosse legalmente responsabile della custodia dei minori. Insomma, una tragedia che si sarebbe potuta evitare se soltanto ci fosse stata maggiore attenzione da parte dei genitori, soprattutto considerata la particolare inclinazione del bimbo. Dà fuoco indirettamente alla cugina con un accendino e le case coinvolte sono 3. Una vicenda incredibile che ha scosso tutti gli abitanti della zona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.