Sarah Scazzi ultime notizie, Ivano Russo non convince il pm

Ivano Russo di nuovo ascoltato in quanto persona informata sui fatti: queste le ultime notizie sul caso di Sarah Scazzi la piccola quindicenne uccisa lo scorso 26 agosto ad Avetrana. E’ stato ascoltato ancora una volta dai pm Ivano Russo perchè nella sua relazione, all’inizio nascosta, con Sabrina Misseri potrebbe esserci la chiave di questa indagine. Potrebbe essere questo il movente che ha spinto Sabrina Misseri, sempre che sia stata lei, a uccidere la piccola Sarah: un amore non corrisposto per Ivano e una cuginetta che si stava invaghendo dello stesso uomo. E Ivano come si inserisce in questa storia? All’inizio i due avevano detto di essere solo amici ma dopo aver riletto più di 4000 sms che i due si sono scambiati abbiamo appreso che esistesse più di un?amicizia tra i due. Nè Ivano nè Sabrian parlano di amore. C’è stato però del sesso questo lo si capisce benissimo dai messaggi che i due si sono scambiati. Tutto questo però finisce i primi di agosto. La storia tra Ivano e Sabrina sembra interrompersi proprio prima della morte della piccola Sarah. Ma cos’hanno chiesto i giudici al ragazzo?

“Non possiamo riferire i contenuti dell’interrogatorio – ha spiegato l’avvocato Enzo Tarantino, consulente legale di Ivano – perché ci è stato impedito dai pubblici ministeri in quanto siamo in una fase molto delicata delle indagini”.

Ivano prima di entrare dal giudice aveva chiarito di essere molto tranquillo e sereno perchè ha sempre raccontato la verità. Passando tra i microfoni il ragazzo si è detto sereno e pronto a chiarire qualsiasi punto. Se i giudici hanno qualcosa di poco chiaro è giusto che facciano altre domande.

Nei diari di Sarah potrebbe esserci la verità  lei parla di un ragazzo di 27 anni che negli ultimi tempi le stata vicino ma che piaceva anche a sua cugina Sabrina. Quei diari all’inizio la Misseri non li aveva consegnati alla polizia e in alcuni sms mandati a Ivano spiega anche le sue motivazioni per questo gesto.

Queste le ultime notizie da Avetrana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.