Campania e Toscana in zona rossa, 7 regioni si spostano in arancione

Da ieri si rincorrevano le notizie di un nuovo cambiamento per quello che riguardava le regioni nelle varie aree di diverso colore in base all’emergenza covid 19. E oggi è arrivata la notizia ufficiale. Prima ancora dell’ordinanza del Ministro Speranza, sono stati i presidenti di regione e non solo, a comunicare le ultime notizie circa i cambiamenti di zona. A parlare per primo ad esempio, per quello che riguarda il passaggio della Campania in zona rossa, è stato il sindaco de Magistris che in un video, ha spiegato di esser stato contattato da Speranza con le indicazioni in merito a questa novità. La Campania non è l’unica regione che passa in zona rossa: da domenica infatti, entra in questa area anche la Toscana. Passano invece dalla zona gialla alla zona arancione ben 7 regioni. Restano in zona arancione Puglia e Sicilia che al momento, non hanno quindi visto “la situazione” aggravarsi per quelli che sono gli indicatori si cui ci si basa per decidere in che area deve essere collocata una singola regione.

QUALI SONO LE REGIONI IN ZONA ROSSA: CAMPANIA E TOSCANA DAL 15 NOVEMBRE

A Lombardia, Calabria, Piemonte, Valle d’Aosta, provincia autonoma di Bolzano, si aggiungono quindi anche la Toscana e la Campania che passano da zona gialla direttamente in zona rossa.

Cambiano anche le Regioni in zona arancione, che salgono a 9 con l’aggiunta di Emilia-Romagna, Friuli e Marche alle già note Abruzzo, Basilicata, Liguria, Puglia, Sicilia e Umbria. Restano dunque in zona gialla solo 4 Regioni: Lazio, Veneto, Molise e Sardegna (oltre alla Provincia autonoma di Trento).

ITALIA DIVISA IN TRE AREE: COLORE REGIONE PER REGIONE

Ecco la suddivisione completa delle regioni:

ZONA ROSSA: Campania, Toscana, Calabria, Lombardia, Piemonte, Provincia di Bolzano e Val d’Aosta

ZONA ARANCIONE: Emilia-Romagna, Friuli, Marche, Abruzzo, Basilicata, Liguria, Puglia, Sicilia e Umbria

ZONA GIALLA: Lazio, Veneto, Molise, Provincia autonoma di Trento e Sardegna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.