Possibili riaperture maggio 2021: rischio slittamento e possibili date

Possibili riaperture maggio 2021: rischio slittamento e possibili date

Si sta attendendo con trepidazione la nuova comunicazione del Governo su quelle che potrebbero essere le nuove riaperture di maggio 2021, soprattutto per quanto riguarda bar e ristoranti ma anche palestre, piscine, teatri e musei. Ma nelle ultime ore sta cominciando a circolare l’ipotesi di un possibile slittamento delle date di riapertura a causa della curva dei contagi che, a detta del Cts, non sarebbe ancora così bassa da poter consentire una riapertura totale come in un primo momento si era sperato. Insomma il Cts starebbe frenando gli entusiasmi di chi sperava finalmente di poter tornare a una vita pseudo-normale. Decisiva, al fine di capire che mese di maggio aspetterà gli italiani, sarà la giornata di oggi 15 aprile quando saranno definite le linee guida del Cts per le riaperture. 

Possibili riaperture maggio 2021: rischio slittamento per bar e ristoranti?

Come anticipato, il rischio di veder slittare le date per l’apertura totale di bar e ristoranti soprattutto è concreta nonostante le tante proposte arrivate dalle regioni per ripartire. Ma ad ogni modo questi locali riapriranno tra la fine di aprile e gli inizi di maggio anche se a ritmo ridotto. Bar e ristoranti potrebbero riaprire già dal 26 aprile, ma l’ipotesi del primo maggio resta al momento quella più accreditata. I ristoranti non apriranno la sera però ma soltanto a pranzo. Per i bar dovrebbe inizialmente restare la chiusura alle ore 18 e il divieto di vendita di bevande da asporto. Insomma per la prima metà di maggio almeno bar e ristoranti riapriranno ma faranno solo servizio diurno. Per vedere i ristoranti aperti la sera bisognerà aspettare con tutta probabilità la fine del mese di maggio.

Possibili riaperture maggio 2021: cosa accadrà a musei, cinema e teatri

Anche per quanto riguarda l’apertura di cinema, teatri e musei, forse occorrerà aspettare ancora un po’. Il Ministero della Cultura starebbe pensando di fissare il tetto massimo di capienza per cinema e teatri e sale da concerto (seduti) al 50% con un massimo di 500 spettatori nei luoghi chiusi e 1.000 all’aperto. Ovviamente rispettando la distanza di sicurezza e tutte le norme di base anti Covid.


Possibili riaperture maggio 2021: stadi aperti a giugno?

A giugno c’è un importante appuntamento calcistico: sono infatti in programma allo Stadio Olimpico di Roma quattro gare dell’Europeo. Saranno aperti gli stadi per quella occasione? Il Governo sta valutando bene la questione considerando anche che la chiusura degli stadi è stato uno degli argomenti più dibattuti durante il primo lockdown. Stando alle ultime indiscrezioni, per quanto riguarda gli stadi, si potrà utilizzare il 10% della capienza massima e sarà obbligatorio essere o vaccinati, o presentare un tampone negativo svolto nelle 48 ore precedenti al match. Le palestre e le piscine saranno invece le ultime a riaprire: il rischio slittamento a giugno è in questo caso più concreto che mai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.