Nuove regole e riaperture dal 26 aprile 2021: meno restrizioni e divieti

Dal 26 aprile 2021 l’Italia cambia registro. Nonostante il numero dei decessi continui a essere molto alto, nonostante i contagi siano sempre elevati e la campagna vaccinale non stia andando come si ci aspettava, si cerca la luce in fondo al tunnel. Del resto le chiusure di questi ultimi tre mesi non hanno fatto cambiare molto il trend, per cui dopo oltre un anno di chiusure e divieti, il limite per chi sta perdendo tutto, è quasi superato. Ed è forse anche per questo che è arrivato il momento di invertire la rotta, una rotta che, a detta del Premier Mario Draghi, sarà la stessa anche per i prossimi mesi. Stando a quanto ha dichiarato questo pomeriggio il presidente del consiglio, dopo l’estate una grande percentuale di italiani sarà vaccinata per cui è quasi impossibile pensare che si possa tornare, almeno su livello nazionale, alle chiusure viste nei mesi passati.

Ma vediamo quindi punto per punto, cosa cambia dal 26 aprile 2021, giorno in cui alcune regioni entreranno a far parte della gialla rafforzata e godranno quindi di privilegi. Novità importanti anche per le zone arancioni. Buone notizie per la scuola: si cercherà di andare in presenza in questo ultimo mese e mezzo di scuola in quasi tutte le regioni.

Dal 26 aprile tornano le zone gialle, con un colore “rafforzato” e riaprono tutte le attività di ristorazione, sport e spettacolo, ma solo all’aperto e nelle aree a basso contagio da Covid. Vediamo quindi punto per punto le novità.

Nuove regole e meno restrizioni: dal 26 aprile 2021 si cambia

  • Ritorno in classe di tutti gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado, quindi anche le superiori, tranne che nelle zone rosse. Dal 26 aprile le scuole nelle aree con il livello di rischio più alto tornano a svolgere lezioni in presenza fino alla terza media e alle superiori l’attività si svolgerà almeno al 50% in presenza
  • si pensa al ritorno in presenza anche per le università
  • ristoranti anche la sera solo se ci sono zone per i tavolini all’esterno
  • le limitazioni alle uscite serali dalle 22 in poi resteranno in vigore
  • Dal 26 aprile teatri, cinema e spettacoli potrebbero tornare a svolgere la loro attività, ma solo all’aperto. Al chiuso  dovrebbero essere consentiti con i limiti di capienza fissati per le sale dai protocolli anti contagio. Si valuterà a quanto pare nelle prossime ore.
  • Gli spostamenti saranno consentiti tra regioni gialle e con un pass tra regioni di colori diversi
  • Dal 26 aprile dovrebbero essere consentiti gli sport all’aperto

Riaperture successive al 26 aprile 2021

Secondo le ultime notizie, gli stabilimenti balneari e le piscine all’aperto dovrebbero riaprire il 15 maggio. Il ministro della Salute Roberto Speranza ha indicato il primo giugno come data per la riapertura al chiuso delle palestre e il primo luglio per le attività fieristiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.