USA 2016: cosa faranno adesso Hillary Clinton e Barack Obama?

Donald Trump ha vinto le elezioni USA 2016 sbaragliando avversari, concorrenza interna, sondaggi che lo hanno sempre decretato sconfitto e media che non hanno compreso l’attuale situazione americana e lo hanno costantemente osteggiato. E mentre negli States impazza la protesta da parte di chi teme il ritorno di una nuova ondata razzista nel Paese, in molti si domandano cosa faranno adesso Hillary Clinton, dopo la deludente sconfitta che per molti ha di fatto decretato la fine della sua carriera, e Barack Obama, che lascia la Casa Bianca dopo otto anni di presidenza. 

Nelle ultime ore è paventata una remota possibilità che la Clinton possa invero continuare la sua carriera politica, magari spingendosi fino a una nuova candidatura nel 2020, ma in quel momento avrà 72 anni e per molti esperti una ricandidatura alla Casa Bianca potrebbe risultare controversa. Da first lady a senatrice, da segretario di Stato a candidata democratica alla Presidenza USA: davvero la carriera politica di Hillary Clinton potrebbe finire qui? Al momento la risposta a questa domanda è ancora incerta: Hillary Clinton, così come suo marito Bill, ha ancora un certo peso tra le file del Partito Democratico vista l’enorme esperienza. Tramite la Fondazione Clinton, Hillary non sparirà certamente dalla sfera pubblica, ma forse nemmeno da quella politica, se si prendono seriamente le sue dichiarazioni concesse durante un’intervista con Zach Galifianakis nello scorso settembre – quindi recente – la Clinton dichiarò che se Trump avesse vinto, lei avrebbe cercato di impedirgli la distruzione del Paese. Esiste infine la possibilità di un ritiro dalla scena politica, che potrebbe tradursi in un’autobiografia di successo – sulle orme del marito – o al mestiere di nonna, visto che la figlia Chelsea le ha dato due nipotini.

CHI E’ MELANIA TRUMP LA MOGLIE DI DONALD-LEGGI QUI

Ultimi impegni politici per Barack Obama, che il 16 novembre andrà a Berlino, e in seguito in Perù per il vertice dell’Apec. E quando Trump si insedierà alla Casa Bianca? Obama resterà a vivere a Washington, in attesa che la figlia Sasha finisca il liceo, poi “tornerò a fare il lavoro che facevo prima, ovvero trovare il modo di aiutare le persone”. Forse anche lui scriverà un’autobiografia di successo, raccontando le sue esperienze negli 8 anni alla Casa Bianca. Obama rimarrà quindi attivo politicamente parlando, relativamente al sostegno delle cause che ha preso più a cuore durante la sua presidenza. Forse tornerà a insegnare Diritto in università prestigiose e potrebbe perfino diventare proprietario di una squadra della sua amata Nba.

Discorso diverso per Michelle Obama: chissà se anche lei non stia pensando a una candidatura per le prossime elezioni presidenziali. La sua immagine di first lady, dopotutto, è stata sempre molto apprezzata e Michelle potrebbe coltivare il sogno di diventare – lei sì – il primo presidente donna degli Stati Uniti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.