Londra sotto attacco: ci sono anche due italiane tra i feriti dopo l’attentato


Ci sono cattive ma buone notizie allo stesso tempo. Cattive perchè tra i feriti dell’attentato di Londra del 22 marzo 2017 ci sono anche due italiane, sono buone però perchè per fortuna, secondo le ultime notizie che arrivano dalla capitale inglese, le due ragazze starebbero bene. Sono due giovani italiane, una bolognese e l’altra romana, al momento non sono state diffuse le generalità ma entrambe stanno bene e non sono tra i feriti gravi che in questo momento lottano tra la vita e la morte in ospedale. Il suv ha travolto decine di persone e l’attentatore ha poi cercato di colpire, con il suo coltello, anche altre persone che si trovavano nei pressi di Westminster quando in Italia erano circa le 16 del pomeriggio. 

ATTENTATO LONDRA ULTIME NOTIZIE: CI SONO DUE ITALIANE TRA I FERITI-Tra i feriti risulta esserci anche una romana. Lo ha riferito l’ambasciatore italiano nel Regno Unito Pasquale Terracciano, precisando che la donna è stata ricoverata in un ospedale diverso rispetto alle altre vittime, cosa che ha ritardato la sua identificazione, ed è stata sottoposta a un intervento.


Anche una giovane bolognese, L.P., 28 anni, che vive a Londra da sei anni, è rimasta coinvolta nell’attacco, riportando alcune escoriazioni. Medicata, è stata subito dimessa. Buone notizie quindi per le nostre due connazionali coinvolte in questo attentato. Sono anche molte le testimonianze da chi vive a Londra e da chi ieri si trovava a pochi metri da quando stava accadendo. A Londra, da qualche anno, ci sono moltissimi giovani che sono nella capitale per motivi di studio ma anche molti giovani che hanno lasciato l’Italia in cerca di un lavoro. La capitale inglese è un pò una piccola Italia con tantissimi giovani in cerca di fortuna che adesso vivono ancora una volta, l’incubo terrorismo. Tra i feriti, secondo le ultime notizie in arrivo da Londra, ci sarebbero anche altri studenti giovanissimi, ma di nazionalità francese. 

Quando si colpisce in una capitale come Londra, l’obiettivo è anche quello ci coinvolgere non solo le persone del posto, ma anche quelle di altri paese per portare terrore e per metterci ancora addosso la paura che ci costringe poi a non muoverci. 


Leggi altri articoli di Dal Mondo

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close