Thailandia, il corpo trovato bruciato è di un italiano di Sondrio: si cerca l’ex moglie

thailandia, italiano ucciso e bruciato

Arriva la conferma dalla polizia, l’uomo ucciso e bruciato in Thailandia è un italiano. Sono queste le ultime notizie riguardanti quanto sta accadendo nel Paese thailandese. A quanto pare l’identità del corpo sarebbe stata associata a quella di Giuseppe De Stefani di 62 anni. Il suo corpo è stato trovato smembrato e bruciato. Attualmente, gli inquirenti sono alla ricerca dell’ex moglie e dell’amante. In passato, la vittima sarebbe stata inserita nella lista nera riguardante il settore dell’immigrazione thailandese.

L’UOMO UCCISO E BRUCIATO IN THAILANDIA E’ UN ITALIANO DI SONDRIO ULTIME NOTIZIE: LA CONFERMA ARRIVA DA UN TATUAGGIO

La polizia conferma, il corpo trovato smembrato e bruciato in Thailandia è quello di un italiano di Sondrio. Stiamo parlando di Giuseppe De Stefani, di 62 anni. Attualmente gli inquirenti sono alla ricerca dell’ex moglie e dell’amante. Stando a quanto rivela la polizia, l’uomo è stato, in passato, inserito in una lista nera da parte dell’immigrazione thailandese. Ancora non si ha alcuna certezza riguardante il movente di questo macabro omicidio. Sappiamo solo che si tratta di un italiano originario di Sondrio. La vittima è stata uccisa tre giorni fa e poi dato alle fiamme. La polizia thailandese ha portato avanti le dovute indagini, attraverso le quali è stato rilevato un tatuaggio sulla gamba in parte bruciata. Proprio questo particolare è riuscito a confermare l’identità della vittima di Sondrio. Il tutto sarebbe poi stato anche confermato da un testimone, il quale ha rivelato che il tatuaggio corrisponde a quello che aveva l’italiano.

ITALIANO DI SONDRIO UCCISO E BRUCIATO IN THAILANDIA: LA POLIZIA ALLA RICERCA DELL’EX MOGLIE E DELL’AMANTE

Stando alle ultime notizie, la polizia si è messa sulle tracce di Rujira Eiumlamai, di 38 anni, thailandese ed ex moglie di Giuseppe De Stefani. Non solo: gli inquirenti sono anche alla ricerca del suo amante francese, di cui però non si sanno le generalità. Nel frattempo, le indagini della polizia hanno rivelato una lista nera dell’immigrazione thailandese, dove appunto compare il nome della vittima. L’uomo era, però, riuscito a rientrare nel Paese percorrendo il confine con il Laos. La casa dell’ex moglie dell’italiano ucciso e bruciato in Thailandia è stata perquisita. Nell’abitazione è stato trovato il passaporto della vittima e una macchina di sangue sul tappeto. Attualmente si sta indagando anche del Dna del sangue ritrovato, attraverso delle analisi. Secondo il Sovrintendente della polizia, l’omicidio sarebbe legato al denaro appartenente all’italiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.