Al funerale di Giulia anche la famiglia Antonello: i due papà dei ragazzi uniti in un forte abbraccio

E’ un grande dolore quello che la famiglia di Giulia sta vivendo. Una vita spezzata senza un perchè. Ma le colpe non spetta a noi darle, ci saranno delle indagini e le forze dell’ordine stabiliranno chi dovrà pagare. Oggi però nel giorno dell’addio, per salutare per l’ultima volta Giulia Zandarin c’erano anche i genitori di Alberto Antonello. Il giovane che era al volante della macchina che la notte di Halloween si è schiantata nell’incidente che ha provocato la morte di Giulia, non è più un pericolo di vita. Si è svegliato e ha subito chiesto della sua fidanzata. Purtroppo però per Alberto non ci saranno notizie positive: vivrà per sempre con la consapevolezza che lui si è salvato mentre Giulia è morta.

Insieme a Franco, che in tutti questi anni abbiamo imparato a conoscere per la storia di suo figlio Andrea, c’era proprio il ragazzo e c’era anche sua moglie, Bianca. Uniti e stretti in un forte abbraccio, tutti i familiari di Alberto hanno dato, forse anche da parte sua, il suo addio a Giulia.

L’ULTIMO ADDIO PER GIULIA CON L’ABBRACCIO DEI DUE PAPA’ UNITI IN QUESTO DOLORE IMMENSO

Una dimostrazione di grande responsabilità quella delle due famiglie: Andrea, Franco e Bianca erano insieme vicini ai genitori di Giulia. Questa tragedia non li ha allontanati ma forse li ha uniti ancora di più. Ci sarà tempo poi per capire il perchè di tutto questo, anche se per la morte di una ragazza di 20 anni non ci sono spiegazioni. Nessuno ridarà ai genitori di Giulia la loro ragazza, ma provare del rancore per chi era quella notte al volante di certo non migliorerà la loro vita.

«La vita riserva cose inaspettate ma è la vita è siamo chiamati a trovare nonostante tutto delle motivazioni. Le parole più belle in questo momento sono quelle di un abbraccio e di un silenzio». Ha iniziato così l’omelia di don Franco De Marchi, parroco di San Floriano. E poi un forte abbraccio, quello di Franco e del papà di Giulia, amici da una vita, che con questo gesto, hanno messo a tacere forse tutto l’odio che ha travolto soprattutto la famiglia Antonello in questa settimana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.