Il dolore del padre di Luca Sacchi a Porta a Porta: “Adesso mio figlio è un angelo”


Il volto segnato dal dolore, gli occhi lucidi di chi sta soffrendo e non ha risposte. E’ questa l’immagine di Alfonso Sacchi, il padre di Luca, nella sua intervista per Porta. Il 21 novembre, a un mese di distanza dall’omicidio di Luca, il papà del giovane romano freddato con un colpo di arma da fuoco davanti a un pub, racconta a Bruno Vespa e al pubblico di Porta a Porta, quello che lui e tutta la sua famiglia stanno vivendo. Un vero dramma e la forza per andare avanti gliela dà Luca che li protegge e li invita ad andare avanti per cercare la verità su questa storia.

IL PAPA’ DI LUCA SACCHI A PORTA A PORTA: MIO FIGLIO E’ DIVENTATO UN ANGELO

Il primo pensiero del papà di Luca è per suo figlio, un ragazzo speciale. Una vita spezzata, al momento senza un perchè. Così lo ricorda nello studio di Rai 1:

«Ho sognato Luca questa notte. Ne parlavo con mia madre qualche giorno fa, le ho chiesto perché non riuscissi a sognarlo. Mi ha detto: “Dicono che debba passare un mese perché diventi angelo poi si sogna”. Pensavo fossero dicerie del nostro paese, in Abruzzo, ma stamattina alle 10 mi sono svegliato piangendo. L’ho visto nella stanza, gli ho chiesto che facesse lì, se non gli facessero male le braccia per i colpi ricevuti. Mi ha detto che stava bene, che si sentiva sollevato. “Voglio stare qua, non so se andrò in cielo”, mi ha detto, “ma fammi una cortesia: dì a mamma che non pianga più”» .

La famiglia di Luca adesso ha una tesi, il papà, la mamma e il fratello del giovane iniziano a credere che il ragazzo possa esser stato ucciso perchè forse ha visto qualcosa. Questa convinzione nasce anche dal fatto che la sera del 23 ottobre, Luca era uscito di casa da solo, senza Anastasia. Non doveva esserci in quel posto?

Leggi qui

I genitori di Luca hanno deciso di optare per la cremazione e papà Alfonso rivela:

Le ceneri sono nella sua stanza, è giusto che sia così. Lui è stato sempre con noi, lo abbiamo messo dentro un vaso di porcellana. Lo abbracciamo e ce lo baciamo. E un po’ sembra come se sia tornato a casa».

Leggi altri articoli di Ultimissime

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  • Ultime Notizie Flash

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicitá. Non puó pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.

    © Ultime Notizie Flash

  • Chi siamo

    Ultime Notizie Flash by Purple di Filomena Procopio

    Via Della Libertà, 106 - Montesano Salentino (Lecce)

    P.I.: 03370960795 - Iscrizione REA: 307423

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close