Storie Italiane, Maria Antonietta Rositani sta meglio ma adesso teme per la sua vita fuori dall’ospedale


La storia di Maria Antonietta Rositani ha davvero lasciato un segno in tutte le persone che hanno conosciuto la vicenda di cui è stata sua malgrado protagonista. E’ una donna forte che lotta, che ancora oggi, dopo mesi, è in ospedale. Non può tornare a casa, ha rischiato dopo una crisi, anche di morire nonostante le cure dei medici. Ma non si è arresa. Ha voluto essere testimone, da quel letto di ospedale ha lanciato appelli, ha raccontato la sua storia. E’ una donna forte Maria Antonietta. Oggi per la prima volta, grazie alle telecamere di Storie Italiane che hanno sempre seguito la sua vicenda vediamo Maria Antonietta senza bende. E’ un inizio. E speriamo sia presto il suo nuovo inizio. Eleonora Daniele ripercorre la sua storia: raggiunta a Reggio Calabria dal suo ex che avrebbe dovuto trovarsi in un’altra regione ma è scappato. Bruciata nella sua macchina. Ha trovato il modo di uscire da quel rogo e ha fatto l’unica cosa che poteva fare. Quel giorno pioveva, poco distante c’era una pozzanghera: lei in quell’acqua sporca ha messo il suo volto e si è salvata.

LE PAROLE DI MARIA ANTONIETTA NELLA GIORNATA CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

Proprio oggi, nella giornata contro la violenza sulle donne, Maria Antonietta torna a parlare nel programma di Rai 1. Ringrazia i medici che sono insieme a lei, i suoi angeli. In qualche modo è anche felice di averli al suo fianco, vuol dire che in fondo non è morta. “Ringrazio Dio di avermi dato la forza di scendere dalla macchina, andare fuori e mettere la faccia in quella pozzanghera” ha detto Maria Antonietta.

Ascoltando la storia della ragazza siciliana uccisa dal suo amante, Maria Antonietta sottolinea come gli uomini non abbiano vergogna di quello che fanno. “Mio marito si è andato a mangiare una pizza mentre io bruciavo, a pochi passi dalla caserma dei Carabinieri” ha ricordato Maria Antonietta.

E nonostante tutto quello che le è successo Maria Antonietta invita tutte le donne a denunciare. Lei lo aveva fatto e purtroppo la sua storia ha avuto questo epilogo ma ribadisce l’importanza di chiedere aiuto. Maria Antonietta racconta di una sua prima denuncia neppure trasmessa, poi però la seconda volta, da lei andarono degli angeli, dei poliziotti che le salvarono la vita.

Mi sento forte ma anche debole, sono fragile, dovrò metterci tanto coraggio, incrocio le dita e spero di farcela” ha detto Maria Antonietta commentando le sue attuali condizioni di salute. Il dottore che ha in cura Maria Antonietta parla di un caso molto particolare ma sottolinea che la donna, che si è salvata grazie al suo coraggio, adesso inizia a non averne perchè forse teme il rientro nella sua vita reale. Forse ha paura che fuori, lontano dall’ospedale, non ci sia nessuno che possa tutelarla.

La giornalista di Storie Italiane ricorda che oltre al marito di Maria Antonietta ci sono altre sei persone indagate. Oggi per questo la Rositani ha paura.

A gennaio inizierà il processo contro il marito di Maria Antonietta.

Leggi altri articoli di Ultimissime

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close