Terremoto Albania ultime notizie, sale il bilancio delle vittime: oggi lutto nazionale

terremoto albania

Le ultime notizie sul terremoto in Albania non sono rassicuranti, sale il numero delle vittime accertate che sono 23. Oggi è stato proclamato il lutto nazionale, mentre i soccorritori sono ancora all’opera per cercare di salvare i dispersi che si trovano sotto le macerie. Tra le vittime ci sono anche tre bambini ma anche il bilancio dei feriti fa paura: più di 650 persone hanno riportato delle ferite più o meno gravi a seguito del terremoto. Ci sono 260 persone ricoverate in vari ospedali. Al momento i dispersi sono trenta, e tra loro ci sono quattro bambini all’interno di un edificio di Durazzo. Per fortuna una cinquantina di persone sono state estratte vive dalle macerie. Molte sono le persone che si sono allontanate dalle proprie case per paura.

Terremoto Albania ultime notizie: tanti sfollati nelle tendopoli

La prima scossa è avvenuta la notte del 26 novembre ed è stata di magnitudo 6.5. La terra ha però continuato a tremare frequentemente per tutta la giornata di ieri. Sono state circa cento le scosse registrate, di cui la più forte è stata di magnitudo 5. Le scosse sono state percepite nettamente non solo in Albania, ma anche in Kosovo, Montenegro, Serbia, Grecia, Novi Sad. Addirittura la terra ha tremato, seppur lievemente, anche in Italia, nelle regioni Campania e Puglia. Ma non finisce qui, perché nella giornata di ieri il terremoto si è fatto sentire, con una magnitudo di 5.4, in Bosnia Erzegovina. Tanta è stata la paura tra i cittadini ma, almeno in quel caso, non ci sono state vittime.

La situazione è critica e sono molti gli sfollati accolti all’interno delle tendopoli che sono state allestite dall’esercito albanese. Sono presenti non solo a Durazzo, ma anche a Thumanë, area pesantemente colpita dal sisma. Sono disponibili al momento 300 tende. Altre persone sono state ospitate all’interno di ripari allestiti nelle palestre di Lezha, Tirana e Kruja.

Terremoto in Albania, notte di speranza e lavoro per salvare le persone sotto le macerie

A essere maggiormente colpita dal terremoto in Albania è stata la zona costiera. Infatti l’epicentro è stato individuato nelle acque marittime, a 20 chilometri di profondità e a una distanza di circa 34 chilometri da Tirana. I soccorritori lavorano senza sosta per spostare massi, per cercare segnali di vita al di sotto delle macerie lasciate dal terremoto. Le operazioni di soccorso non sono state agevolate dalle continue scosse che hanno reso tutto più difficile. Non ci resta che attendere ulteriori aggiornamenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.