A Pomeriggio 5 finalmente l’abbraccio tra Patrizia e suo figlio dopo la segregazione: gli avevano fatto credere che l’aveva abbandonato


E’ davvero una storia tragica quella che Patrizia ha vissuto per diversi aspetti. La donna è stata segregata per oltre un mese da suo cognato, costretta a vivere in un pollaio, in una roulotte, senza cibo, senza potersi lavare, picchiata e abusata senza sosta. E aveva paura di ribellarsi per un solo motivo Patrizia: non perchè temesse per la sua vita ma perchè temeva per la vita di suo figlio. Aveva paura che quell’uomo potesse fare del male al suo ragazzo, aveva paura che potesse sequestrare anche lui. Ed è per questo che ha obbedito per settimane, senza provare a scappare fino a quando ha trovato il coraggio per provarci. Oggi, segnata dal grande dolore che porterà per sempre dentro, può finalmente abbracciare suo figlio.

La storia di Patrizia è venuta alla ribalta in questi giorni ma la donna ha già avuto un percorso di cure e di aiuto psicologico, i fatti infatti risalgono al mese di ottobre. Ieri nella puntata di Pomeriggio 5 aveva raccontato per la prima volta in tv la sua storia, lasciando tutti i telespettatori senza parole per le sofferenze provate. Con coraggio e dignità si era mostrata con il suo cappellino, perchè il suo carceriere le ha tagliato anche tutti i capelli mentre la teneva prigioniera. E ha raccontato la sua tragica storia. Un dramma nel quale se ne aggiunge anche un altro, perchè Patrizia non era da sola, lei una sua famiglia ce l’ha. Un marito molto malato e un figlio che adora. Per motivare la sua assenza, il cognato le aveva fatto scrivere delle lettere;poi aveva detto a suo nipote che sua madre se ne era andata via perchè aveva un altro uomo, che forse era il suo vero padre. Un dolore grandissimo quindi per il ragazzo che temeva di esser stato abbandonato da sua madre. Ma non era vero, nulla in questa storia era reale, se non il dolore provato dalla donna e la crudeltà del suo aguzzino.

A POMERIGGIO 5 FINALMENTE L’ABBRACCIO PUBBLICO DI PATRIZIA A SUO FIGLIO

Patrizia ha poi potuto riabbracciare suo figlio e oggi lo ha fatto pubblicamente anche in tv, nella puntata di Pomeriggio 5 in onda l’11 dicembre 2019.

Patrizia ha bisogno del nostro aiuto, questo va anche detto. Perchè il suo carceriere non le ha rubato solo i soldi del reddito di cittadinanza ma le ha anche svaligiato casa, portandosi via tutto quello che lei aveva. Oggi quindi Patrizia ha bisogno di qualsiasi cosa e per questo Barbara d’Urso lancia un appello a tutte le persone della provincia di Firenze, e non solo, che possano in qualche modo aiutare la donna. Sono già molte le persone che hanno scritto a Barbara, da tutta Italia, per poter aiutare Patrizia e noi speriamo davvero che la donna possa avere l’aiuto e l’abbraccio di tutti. “Il cuore della gente può tanto” ha ricordato Barbara.

Mi aveva scritto che lei per me era morta, che se ne era andata in Albania con quello che doveva essere il mio vero padre” racconta il ragazzo nel collegamento con Pomeriggio 5. In realtà Patrizia ha scritto la lettera solo perchè costretta.

Leggi altri articoli di Ultimissime

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close