Ritrovato senza vita il piccolo Diego: il bambino di Metaponto di Bernalda era in un fiume


 Notizie Flash da Metaponto di Bernalda-Purtroppo dopo ore e ore di angoscia, ore di disperazione e ricerca, arrivano notizie drammatiche dalla provincia di Matera. Il piccolo Diego è stato ritrovato senza vita nel fiume Bradano. Abbiamo sperato fino all’ultimo che il piccolo avesse trovato rifugio da qualche parte, che si fosse nascosto dopo esser scappato di casa in un attimo di distrazione dei suoi genitori. Purtroppo l’epilogo è quello che mai avremmo voluto avere.

Il piccolo Diego, tre anni, era scomparso nella mattinata del 27 marzo 2020, allontanandosi dalla casa dei suoi genitori. Pare che i due fossero impegnati a pochi metri da casa e non si siano accorti della scomparsa del piccolo immediatamente.

RITROVATO IL CADAVERE DEL PICCOLO DIEGO : SI ERA ALLONTANATO DA SOLO DA CASA

Il cadavere del piccolo Diego è stato ritrovato questa mattina: lo comunicano i Carabinieri di Pisticci che lo hanno rinvenuto intorno alle 7 di questa mattina insieme ai colleghi del Centro Cinofili di Firenze intervenuti con i cani “molecolari”. Il corpo era nelle vicinanze del canneto che costeggia il letto del fiume.

L ’abitazione della famiglia del piccolo si trova in contrada Marinella, nei pressi dei territori agricoli di proprietà dei genitori del bimbo, un uomo e una donna impegnati nella filiera agroalimentare.  Proprio da lì Diego si è allontanato da solo. A nulla sono valse le ricerche messe subito in atto dalle forze dell’ordine e dai volontari. Lanciati appelli anche dalle pagine social del programma Chi l’ha visto.

Adesso le indagini per capire come abbia fatto il piccolo Diego a raggiungere quel posto e come è morto.

Leggi altri articoli di Ultimissime

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close